Test fai da te a casa per la celiachia, come funzionano

E’ possibile diagnosticare la celiachia e quindi l’intolleranza al glutine con test fai da te di basso costo e di grande affidabilità

0
350

La celiachia o sprue celiaca è un morbo che può comportare gravi conseguenze. Ecco perché è importante una diagnosi precoce. L’avvento sul mercato di test fai da te, venduti anche online oltre che in farmacia, rende tutto molto più facile, economico e immediato.

La celiachia è un morbo la cui diffusione è sempre più ampia: questo articolo evidenzia che in Italia negli ultimi nove anni il numero di pazienti intolleranti al glutine è triplicato. Nel mondo si stima una percentuale di malati dell’1 per cento. Se si considera che la quota di pazienti diagnosticati in Italia è dello 0,3%, si ha il dato che circa 320mila persone hanno la celiachia ma non lo sanno.

Poiché la celiachia è una patologia che può causare gravi conseguenze (infiammazione cronica all’intestino tenue fino alla formazione di cancro, pesanti sindromi di malassorbimento e quindi ridotto accrescimento e avitaminosi importanti, caduta delle difese immunitarie, calvizie precoce ecc), è bene diagnosticarla già all’insorgenza dei primi sintomi e sospetti.

Come indica questo articolo, i sintomi principali di celiachia o sprue celiaca sono: dolori addominali frequenti, diarrea cronica, perdita di peso, feci chiare, anemia, produzione di gas, dolori alle ossa, cambiamenti comportamentali, crampi muscolari, stanchezza, crescita ritardata, dolori articolari, insensibilità agli arti, ulcere dolorose nella bocca, irritazioni della pelle (dermatiti herpetiformi), danneggiamento dello smalto e del colore dei denti, irregolarità dei cicli mestruali. Questo studio segnala che i celiaci vanno incontro più facilmente ad alcuni tipi di neuropatie.

Tutto questo avviene con l’ingestione di alimenti che contengono farine di cereali (pane, pasta, pizza, biscotti, snack) o ne sono contaminati ma anche di birra, orzo e altri derivati dalla lavorazione dei cereali. L’unica terapia, dunque, resta l’eliminazione del glutine dal proprio regime alimentare che deve diventare, dunque, gluten free.  

Non sempre i sintomi si manifestano con evidenza, tanto che seppure la sprue celiaca sia una condizione genetica e quindi congenita, c’è chi ritiene che la malattia possa essere silente e insorgere improvvisamente. In ogni caso, in presenza di familiarità o anche solo di sospetto, è bene ricercare una diagnosi precoce, oggi di estrema facilità per l’avvento di test fai da te domiciliari.

Si basano tutti sulla positività dell’antitransglutaminasi oltre dieci volte il limite superiore della norma e degli anticorpi anti endomisio nel sangue. Una goccia di sangue sui test in vendita online consente di rilevare queste eventuali positività ma è importante poi trovare conferma genetica nel riscontro dei geni predisponenti HLA DQ2 e/o DQ8, mappatura che si può effettuare solo dopo prelievo bioptico gastroscopico. Nei bambini la procedura della gastroscopia obbligatoria è stata eliminata (come spiega questo articolo) e per la diagnosi basta l’analisi del sangue.

Per sapere di più della celiachia si può fare un approfondimento attraverso il volume Celiachia: problematiche nutrizionali e dieta senza glutine e in formato ebook La Celiachia: aspetti clinici e patologici della più comune intolleranza alimentare. Una buona carica per affrontare la celiachia può venire anche dalla testimonianza di un malato molto conosciuto, il pilone della nazionale di rugby Martin Castrogiovanni, che ha scritto Raggiungi la tua meta. Forte, felice e vincente con la celiachia.

I TEST IN COMMERCIO

La tecnologia nel campo dei test fai da te ha fatto passi da gigante. I test da fare in casa hanno raggiunto una precisione di diagnosi che si avvicina al 98% dell’esattezza ma, lo ricordiamo, per essere certi di essere affetti da celiachia o sprue celiaca sono indispensabili la ricerca genetica e la consulenza del medico. Per avere comunque la conferma (o la smentita) di sintomi e sospetti riconducibili all’intolleranza patologica al glutine può essere utile, comodo ed economico fare ricorso al Biocard – Celiac Test, uno dei test fai da te tra i più venduti: è bene ricordare che funziona solo se si sta mangiando glutine da almeno 3 mesi, altrimenti potrebbe dare falsi negativi, quindi consigliabile prima di iniziare una dieta “senza glutine” suggerita senza esami preliminri per la celiachia. Il test Celiachia Prima è un test immunocromatografico rapido per la rilevazione degli anticorpi anti-DGP sia di classe IgA che di classe IgG su sangue intero per lo screening della celiachia. In questa formula si può ottenere anche la videoconsulenza con uno specialista. Risultati in 10 minuti per una goccia di sangue anche dal Veroval test.

C’è poi la possibilità di effettuare un test che riguarda una vasta gamma di intolleranze alimentari (su ben 64 alimenti): si tratta di questo Prima Home Test ma va ricordato che si tratta di una verifica aspecifica per la celiachia e quindi non esclusiva per il glutine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here