Micosi e infezioni da funghi, raccomandazioni sull’uso di un farmaco

0
1232

Attenzione a non scambiare formulazione di un prodotto antimicotico per via orale, tra compresse e sospensione o viceversa: potreste rischiare in un caso l’inefficacia del farmaco o, nell’altro, un pericoloso sovradosaggio.

IL POSACONAZOLO PER USO ORALE

Sono le raccomandazioni dell’Ema, l’agenzia europea del farmaco, e si riferiscono al posaconazolo, principio attivo del prodotto con nome commerciale Noxafil. Noxafil, un medicinale indicato per le infezioni fungine gravi, è disponibile infatti per via orale in compresse (100 mg) e sospensione orale (40 mg / ml), ma la posologia raccomandata per le due formulazioni come si vede è diversa. “Alcuni pazienti – si evidenzia con una nota dall’Ema – hanno erroneamente ricevuto sospensione orale invece di compresse, comportando un sottodosaggio e una potenziale mancanza di efficacia. Allo stesso modo, ci sono segnalazioni di pazienti trattati con compresse al posto di sospensione orale, che hanno portato a sovradosaggio ed effetti collaterali”. NOXAFIL

L’estate è la stagione delle micosi, favorite dall’alto livello di umidità sulla pelle e, soprattutto, dalla promiscuità di ambienti potenzialmente contaminati come le spiagge e le piscine. Pur tuttavia, il posaconazolo è un farmaco antimicotico (antifungino) prescritto in caso di importanti infezioni micotiche come l’aspergillosi invasiva (infezione micotica dovuta al fungo Aspergillus), la fusariosi (infezione micotica dovuta al fungo Fusarium), coccidioidomicosi (infezione micotica dei polmoni contratta respirando le spore del fungo) la cromoblastomicosi e il micetoma (infezioni micotiche a lungo termine della cute e dei tessuti molli causate solitamente da spore di funghi che infettano le ferite). Un impiego frequente del posaconazolo, poi, è quello che riguarda i pazienti immunodepressi affetti da candidiasi orofaringea o nella prevenzione di infezioni micotiche.

GLI EFFETTI COLLATERALI

Innumerevoli gli effetti indesiderati. I più frequenti sono nausea e cefalea ma si possono presentare soventemente disturbi gastrointestinali come dispepsia, vomito, diarrea, dolori addominali, bocca secca, flatulenza, la febbre, ipotensione, stanchezza, capogiri, sonnolenza, disturbi cardiaci (aritmie, tromboflebiti), alterazioni cutanee, dolori muscolari e articolari, debolezza muscolare, parestesie.

Il dosaggio orale raccomandato di posaconazolo (Noxafil) è di 300 mg al giorno per le compresse ( dopo una dose di carico di 300 mg due volte al giorno, il primo giorno) e 200 mg tre o quattro volte a giorno (da 600 a 800mg al giorno) per la sospensione orale. Errori terapeutici sono stati segnalati dopo la intercambiabilità errata.

La raccomandazione degli specialisti Ema, dunque, è che “i pazienti non devono passare dall’assunzione di Noxafil compresse a Noxafil sospensione orale senza parlare con il loro medico o con il farmacista in quanto si potrebbe verificare diminuzione dell’efficacia o aumento del rischio di effetti collaterali”. In ogni caso, quei pazienti che hanno preoccupazioni circa la loro terapia, devono parlare con il loro farmacista o il medico proscrittore per avere chiarimenti.

QUESTO E’ L’AVVISO diramato dall’Ema

Per essere sempre aggiornato, iscriviti al gruppo FACEBOOK SALUTEOKAY.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here