Erbe Antinfiammatorie Guida Alle Migliori

Erbe officinali e piante antinfiammatorie possono aiutare in modo naturale a ridurre gli effetti delle infiammazioni. Ecco una guida utile

0
397

L’infiammazione è il principale meccanismo di difesa dell’organismo contro infezioni, allergie, ferite ecc. Tuttavia, l’ infiammazione stessa, può essere in alcuni casi fonte di danni. Esiste una gamma di farmaci antinfiammatori che aiutano a controllare il processo, ma presentano spesso effetti collaterali e potrebbero non essere sempre efficaci.

I composti naturali presenti in alcuni rimedi a base di erbe antinfiammatorie ed erbe officinali hanno il potenziale per stimolare la naturale risposta immunitaria. Abbiamo preparato una guida sui migliori rimedi a base di erbe naturali, evidenziando quelle che hanno le maggiori proprietà anti-infiammatorie.

MAGIC - Caffettiera e teiera / metodo per infusione - 500 ml

Price: 19,25 €

2 used & new available from 19,25 €

Curcuma

curcuma

Gli indiani lo consumano quotidianamente in molti piatti non solo per le sue qualità aromatiche, ma anche per i suoi numerosi effetti positivi sulla salute.

Utilizzata a lungo dalla medicina ayurvedica , il rizoma della curcuma essiccata possiede, tra le altre virtù, proprietà antinfiammatorie che gli scienziati paragonano a quelle dell’aspirina o del cortisone. È quindi indicata per alleviare molte condizioni infiammatorie: reumatismi, tendiniti, nevralgia , sciatica, artrite.

Si può consumare preparando un’ infusione due o tre volte al giorno usando pochi grammi di polvere di curcuma per tazza. È anche possibile applicare questo antinfiammatorio naturale come cataplasma direttamente sulla zona interessata.

Artiglio del diavolo

artiglio-del-diavolo

La radice di harpagophytum (chiamata anche artiglio del diavolo) cresce principalmente in Sudafrica, Namibia, Angola e Botswana. Fu solo all’inizio del XX secolo che le proprietà medicinali furono portate alla luce e sfruttate dall’industria farmaceutica.

Questa pianta rampicante viene utilizzata nella medicina tradizionale africana per alleviare problemi all’intestino e i reumatismi, ma anche e soprattutto per curare le infiammazioni.

Ricco di fenoli, gluco-iridoidi e fitosteroli, l’ arpagofito è un efficace antinfiammatorio contro l’artrite , ma è utile anche in caso di lievi reumatismi.

Si tratta inoltre di un ottimo rimedio naturale contro il mal di schiena, i dolori muscolari e quelli legati all’osteoartrite o alla lombalgia. Stimola anche la mobilità e la flessibilità delle articolazioni.

Per beneficiare delle sue proprietà antinfiammatorie, seguire un dosaggio da 300 a 400 mg al giorno (sotto forma di capsula o polvere).

Salice bianco

salice-bianco

Dotato di un potente potere analgesico e antinfiammatorio, la corteccia di salice bianco allevia:

  • il dolore alle articolazioni
  • il mal di schiena
  • dolore reumatico
  • mal di testa
  • nevralgie
  • tendinite
  • dolore dentale .

Inoltre, la corteccia di salice bianco ha molte altre proprietà. È un’eccellente antipiretico, ha dimostrato la sua efficacia contro gli stati influenzali. Grazie alla sua azione antitraspirante, riduce i sudori notturni e le vampate di calore . In altre parole, il salice bianco ha proprietà simili a quelle dell’aspirina, con la differenza che non fluidifica il sangue e non provoca disturbi gastrici. È anche possibile combinarlo con altre piante per effetti più specifici: partenariato, papavero, eupatorio, propoli, echinacea .

Nei negozi specializzati nella vendita di prodotti naturali, sono disponibili diverse modalità di somministrazione:

  • per corteccia essiccata;
  • per l’estratto fluido;
  • per la tintura madre;
  • per l’estratto standardizzato di salicina.

Le indicazioni di dosaggio variano in base alla forma scelta. Il problema risiede nel fatto che non esiste una standardizzazione del dosaggio della salicina.

Ribes Nero

ribes-nero

Originario dell’Europa settentrionale il ribes nero è un arbusto che misura tra 1 e 1,50 metri. Ha foglie a cinque lobi con bordi frastagliati, fiori di corolla e, naturalmente, piccoli frutti che cadono in grappoli. Per uso medicinale, i germogli vengono raccolti all’inizio della primavera, le foglie a giugno e i frutti a maturità.

I ribes neri hanno rivelato le loro risorse terapeutiche nel 17 ° secolo. Dapprima raccomandato come diuretico, le foglie di ribes nero hanno finalmente dimostrato la loro efficacia contro i reumatismi.

Da allora, la pianta è stata oggetto di numerosi studi che hanno permesso di scoprire che il ribes nero ha ormoni appartenenti alla famiglia dei cortisoni. Risultato: la pianta spinge il nostro corpo a produrre ormoni con proprietà antinfiammatorie. Se soffri di dolori reumatici, bevi un’infusione quotidiana di foglie di ribes nero essiccate in acqua bollente .

Inoltre

  • Il ribes nero riduce i dolori articolari, i reumatismi, l’artrite, l’artrosi e la gotta .
  • Effetto diuretico: i germogli partecipano all’eliminazione di rifiuti e tossine; possono aiutare con la perdita di peso.
  • Fluidifica il sangue: il ribes nero abbassa la pressione sanguigna e regola la circolazione sanguigna .
  • Effetto antistress: promuovendo la secrezione di cortisolo, le foglie facilitano l’attività del sistema nervoso simpatico e consentono di combattere l’affaticamento e la depressione.
  • Effetto antibatterico: le bacche di ribes nero contengono molta vitamina C (quattro volte di più rispetto all’arancia), che stimola le difese immunitarie e cura condizioni e raffreddori simil-influenzali.

Aloe Vera

aloe-vera

L’aloe vera è un altro antinfiammatorio altamente efficace, in particolare per il trattamento di distorsioni, tendiniti o scottature ma è utile anche per  disturbi gastrointestinali ed è un eccellente antiossidante per combattere l ‘invecchiamento cellulare.

È anche un’ottima alternativa, che non ha bisogno di prescrizione medica, del cortisone, per le sue naturali proprietà antinfiammatorie. In pratica, è sufficiente applicare un gel a base di aloe vera sulle lesioni e sui muscoli dolenti per alleviare il dolore e lenire l’infiammazione.

Per essere più efficace, puoi alternare un massaggio con aloe vera con l’applicazione di ghiaccio (circondato da un tessuto per evitare di bruciare la pelle). Ripetendo tre o quattro volte al giorno, per circa dieci minuti, l’infiammazione dovrebbe scomparire da sola. Fai attenzione, tuttavia, perché alcune pelli sensibili possono essere allergiche. Interrompere immediatamente l’applicazione se si notano placche o prurito.

USO INTERNO

  • Effetti ipoglicemizzanti (basso livello di zucchero nel sangue) e ipocolesterolemizzanti (basso contenuto di lipidi): gestione del diabete 2 e colesterolo alto.
  • Patologie gastrointestinali : costipazione occasionale, flatulenza.
  • Effetto antiossidante : agisce contro l’invecchiamento cellulare.
  • Altri : efficace contro affaticamento cronico, candidosi e parodontite . Il suo gel riduce al minimo il rischio di infezione e ha proprietà nutritive superiori.

USO ESTERNO

Allevia diverse condizioni che affliggono la pelle: acne, eczema, psoriasi, ustioni, bolle, prurito. Lieve effetto analgesico per: dolori articolari , muscolari e nevralgici.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here