Inquinamento chimico, le donne sono più esposte

0
967

Le donne sono particolarmente esposte a sostanze chimiche pericolose e devono essere meglio protette. Lo sostiene la rete ONG europea Women in Europe for a Common Future (WECF), in occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna. “Siamo esposti quotidianamente a sostanze chimiche che hanno effetti negativi sulla salute e sull’ambiente e sono coinvolte nelle malattie croniche a volte irreversibili”, specifica una nota di questo gruppo di 150 associazioni femminili e ambientaliste, sottolineando che “le donne hanno una sensibilità speciale” a tali sostanze.

PROFESSIONI, INDUSTRIE E AMBIENTI DOMESTICI INQUINATI

Per ragioni biologiche, ma anche a causa della tradizionale divisione dei ruoli di genere, le donne sono particolarmente esposte agli inquinanti ambientali interni e di alcune zone industriali in cui essi sono fortemente utilizzati”, spiega il report del WECF “Women call for better protection from hazardous chemicals worldwide”. Industrie tessili, acconciatrici e parrucchiere, l’agricoltura: il rapporto cita una serie di esempi, e ricorda che le donne in gravidanza possono anche involontariamente contaminare il loro bambino. E c’è pure il capitolo domestico, con oltre trenta inquinanti presenti in una casa su due, come documenta QUESTA INDAGINEINQUINAMENTO.CASA

Il WECF sollecita le autorità pubbliche a “limitare gli ingredienti sospettati di essere interferenti endocrini” (come gli ftalati QUI DESCRITTI), lamentando che “la Commissione europea è ancora troppo lenta nel regolare la materia”. Tra le sostanze a rischio anche BPA e BPS come segnala QUESTO STUDIO. Inoltre, quando la Commissione potrebbe decidere nelle prossime ore sul rinnovo dell’autorizzazione del glifosato, WECF chiede di opporsi, perché, in base alla classificazione del pesticida molto venduto, è un “probabile cancerogeno per l’uomo “. La rete spera anche che siano vietati gli allergeni da contatto, soprattutto nei prodotti per le donne incinte e per i bambini piccoli. Un rapporto pubblicato a febbraio dalla coalizione aveva notato la presenza di sostanze potenzialmente nocive nella maggior parte dei cosmetici per bambini.

QUESTO E’ IL REPORT in lingua inglese del WECF

DEPURARE L’AMBIENTE DOMESTICO

Sul mercato sono presenti numerosi apparecchi per la depurazione dell’aria nell’abitazione e negli uffici. La differenza principale è non tanto nel funzionamento quanto, invece, nelle dimensioni che occupano e nella loro possibilità di essere spostati da un ambiente all’altro. Il Purificatore d’aria Argo Jonio easy Ionizzante Rimuove i pollini sospesi nell’aria le muffe e la polvere Dotato di trasformatore per il funzionamento a 12 Volt Per piccoli ambienti è tra i più managgevoli e pratici. Il Samsung IONIZZATORE Virus Doctor purifica l’aria da allergeni, batteri, virus e muffe ha l’ambiziosa pretesa di eliminare anche i virus sospesi in presenza di persone che tossiscono o sternutiscono. Infine il Daikin – MC70l VM Streamer Air Purifier – Purificatore d’aria ionizzatore 46m² ultra silenzioso si candida a depurare l’aria in sale estese fino a 42 metri quadrati di superficie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here