Influenza: anziani ad alto rischio di mortalità. Allarme dalla Francia

0
1228

Arriva il picco stagionale dell’influenza e riguarderà principalmente gli over 65. L’allarme viene dalla Francia dove il ministro della Sanità, Marisol Touraine, ha diffuso una circolare che invita i dirigenti ospedalieri a liberare posti letto per prepararsi all’esplosione dell’epidemia.

ANZIANI PIU’ VULNERABILI A QUESTO VIRUS

francia-influ, influenza
In Francia l’epidemia influenzale è da allarme rosso, soprattutto nelle regioni confinanti con l’Italia

“Quest’anno gli anziani, ovvero le persone con più di 65 anni, sono colpite prima e in maniera più significativa rispetto agli anni precedenti“, spiega l’Istituto di ricerca per la valorizzazione dei dati sanitari (Irsan) nella sua newsletter del 9 gennaio. (ECCO IL BOLLETTINO in lingua francese). 

In Francia “la situazione è un po’ tesa – segnala il virologo Bruno Lina – soprattutto perché molti casi tra gli anziani, che hanno bisogno di essere ricoverati in ospedale più a lungo (3,4,5 giorni), creano un effetto di accodamento“. Il virus di tipo A (H3N2) “colpisce soprattutto le persone sopra i 65 anni, in particolare i più fragili”, afferma François Bourdillon. “Fin dall’inizio dell’epidemia ovvero da metà dicembre, gli ospedali erano già pieni, con orari di tensione in taluni ospedali in alcune città, a seconda del giorno”, aggiunge.

L’epidemia in Francia dovrebbe raggiungere il suo picco la prossima settimana ovvero tra il 16 ed il 23 gennaio 2017 secondo François Bourdillon, lasciando tuttavia presagire un mese di attività intensa per la malattia. “In due o tre settimane, la situazione rischia di diventare sempre più difficile a causa dell’accumulo di ricoveri“, ha detto Lina. Il Ministro della Salute ha sottolineato la necessità di decongestionare gli ospedali perché i ritardi nella ospedalizzazione rischiano di aumentare la mortalità.

Il bilancio dell’epidemia sarà probabilmente pesante“, ha aggiunto, mentre i dati di quest’anno non sono ancora noti. “La mortalità è salito la scorsa settimana, quindi possiamo aspettarci un pedaggio piuttosto pesante”, risponde Lina. “Il numero di casi di H3N2, particolarmente fatale negli anziani, secondo il virologo potrebbe alzare il tasso di mortalità. “Ma il vaccino si sta rivelando più efficace quest’anno rispetto al 2015, il che potrebbe avere un effetto di bilanciamento sul numero di morti.”

L’allarme lanciato dai transalpini ha piena validità per l’Italia, tanto più che le regioni più colpite dall’influenza sono proprio quelle più a ridosso del nostro Paese: nel bollettino francese aggiornato il 9 gennaio le regioni con più alta incidenza (la allarme rosso epidemico) sono Auvergne-Rodano-Alpi (con 597 casi per 100mila abitanti), Provenza-Alpi-Costa Azzurra (541) e Ile-de-France (451).

LA SITUAZIONE IN ITALIA

In Italia nella settimana 2/8 gennaio 2017 il numero di casi stimati è stato pari a circa 552mila, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 2.486.000 casi. La regione più colpita in assoluto è la Val d’Aosta con un’incidenza di 21,58 persone su mille assistiti; seguono Marche (17,59), Campania (17,18), il Lazio (15,16), la Basilicata (14,73) e il Piemonte (13,05). QUESTO E’ IL BOLLETTINO italiano Influnet.

Prevenire per evitare o, comunque, per mitigare l’attacco influenzale è possibile. Innanzitutto facendosi vaccinare: grazie alla campagna di vaccinazioni contro il virus influenzale (CHIEDI AL TUO MEDICO CURANTE) è bene prepararsi all’arrivo dell’epidemia e prevenire già a tavola il contagio CON QUESTA DIETA. Alcuni alimenti contenenti vitamine e sali minerali sono particolarmente indicati per fortificare il sistema immunitario e l’organismo contro gli attacchi dei virus.

PER MISURARE LA FEBBRE

Uno dei sintomi dell’influenza può essere – non sempre – l’innalzamento della temperatura corporea. I vecchi termometri a mercurio come questo Termometro Hg in vetro clinico prismatico pediatrico e adulti introvabile raro per febbre pure se precisi e molto affidabili vanno scomparendo per una serie di ragioni (sono delicati e in caso di rottura disperdono nell’ambiente il mercurio, metallo pesante estremamente dannoso per l’ambiente). Il Pic Termometro Vedoecoplus Senza Mercurio ha sostituito quel metallo con Ganlistan (un metallo liquido brevettato composto da Galio, Indio e Stagno) ma ha anche il vantaggio di presentare una lentina che ingrandisce il risultato della misurazione. Molto pratico perchè pieghevole, il MeasuPro Quick Read Termometro digitale Bébé con design ultra morbido e impermeabile, indicazione febbre con modifica colore e funzione memoria, CE, Approvazione FDA funziona ancora per contatto, come i vecchi modelli. Al contrario AVANTEK Termometro da Fronte a Infrarossi con Display LCD Retroilluminato, per la Febbre dei Bambini e Adulti, Misurazione Rapida e Precisa, 0℃~100℃ Termometro Versatile anche per Uso Domestico / Cucina – Temperatura dei Cibi, Liquidi e delle Superficie degli Oggetti in Camera (Viola) legge la temperatura a una distanza di 5 cm dalla fronte mentre l’Avantek Termometro Auricolare a Infrarossi per Febbre con Schermo LCD Termometro da Orecchio Commutabile tra ℃ e ℉ per Bambini e Adulti Rapido e Preciso (Grigio) basta avvicinarlo al padiglione auricolare. Infine il Termometro InnoBeta® no-contact 2-in-1, termometro infrarosso, termometro da fronte, termometro oggetti per bambini, ragazzi, adulti, latte, acqua del bagnetto per neonati ecc opera a tutto campo, non solo sul corpo per misurare la febbre ma anche per indicare con precisione la temperatura del latte e del bagnetto destinati al piccino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here