L’uso della cannabis rende antisociali e diseconomici

0
1512

Chi ritiene che l’uso costante della marijuana non abbia alcuna ripercussione sulla qualità della vita e sulla “maturità” degli assuntori, dovrà ricredersi. Un gruppo di ricercatori, infatti, ha scoperto che l’uso pesante di marijuana comporta problemi sui livelli di vita finanziaria e sociale in età adulta se le persone hanno usato quella sostanza (principi attivi THC e CBD) per anni.

PIU’ BUGIARDI E INCLINI ALLA VIOLENZA

Lo studio, intitolato “Persistent Cannabis Dependence and Alcohol Dependence Represent Risks for Midlife Economic and Social Problems” e pubblicato su Clinical Psychological Science, ha rivelato che i consumatori di marijuana abituali avevano spesso lavori pagati meno e hanno ottenuto un minor numero di opportunità di lavoro rispetto ai genitori. Al contrario, le persone che non consumano marijuana regolarmente o in modo persistente, sono state più propense a fare meglio nella vita rispetto ai loro genitori. Inoltre, gli utenti che assumono cannabis almeno quattro volte a settimana, hanno avuto più problemi sociali e finanziari, compresi il debito e l’insicurezza alimentare, rispetto ai non utilizzatori. IN QUESTA RICERCA già altri studiosi avevano dimostrato l’insorgenza di gravi psicosi nei forti consumatori di marijuana.Controversial FDA Report Says No Medical Benefit From Marijuana

Lo studio ha coinvolto quasi 950 i neozelandesi che sono stati monitorati per quattro decenni. I partecipanti sono stati selezionati sulla base di diversi livelli sociali e di educazione, variando da professionisti altamente qualificati a operai. I ricercatori hanno avuto accesso a periodiche valutazioni sociali e psicologiche di queste persone dall’età di 3 anni ai 38. La marijuana oggi è venduta persino online, sotto forma di Giant Stash – Baggie of Cannabis Pillowcase by Steelplant oppure di Hemp Herb cbd olio 70 grammi di tè biologico, ECO/UE Finola 6% (cdb’cbd cbda…, s) o anche di Foglia di marijuana, Herbal Tea Loose-Organic/Eco Hemp tè, 950 g, qualità garantita).

PROBLEMI PARAGONABILI ALLA DIPENDENZA DA ALCOL

Magdalena Cerda, dell’Università della California, ricercatrice senior coinvolta nello studio, ha detto che nei consumatori di marijuana si sono visualizzati più comportamenti antisociali rispetto ai non utilizzatori. Spesso hanno raccontato bugie per conquistare un lavoro, hanno rubato il denaro, ed erano più inclini fisicamente e mentalmente ad abusare dei loro partner. La conclusione dello studio è che: “la dipendenza da cannabis non è associata a un minor numero di problemi economici e sociali dannosi rispetto a quelli da dipendenza da alcol”. Anche se QUESTO STUDIO ribadisce che l’uso della marijuana è 114 volte più sicuro dell’alcol.

La recente ricerca conferma studi precedenti che avevano anche legato uso pesante di cannabis ad una pletora di problemi nella fase della vita più matura. Ma a differenza degli altri studi, quest’ultima ricerca ha aggiustato i risultati di altri fattori che possono influenzare lo studio come il sesso, l’IQ (quoziente intellettivo), la depressione infantile, la storia familiare di abuso di sostanze, la razza, e così via.

QUI PUOI CONSULTARE l’estratto dello studio in lingua inglese.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here