Solu Medrol e Metilprednisolone Hikma: gravi allergie nei soggetti allergici al lattosio

0
518

Attenzione al rischio di gravi reazioni allergiche dopo l’iniezione di Solu Medrol e di metilprednisolone in generale: tra gli eccipienti c’è il lattosio che può causare danni nei soggetti che ne solo allergici.

E’ il senso dell’avviso ai consumatori diffuso dall’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, su segnalazione dell’Ema, la corrispettiva agenzia europea. Si tratta di una nuova controindicazione per i medicinali iniettabili a base di metilprednisolone (un farmaco della famiglia dei corticosteroidi) contenenti lattosio nei pazienti allergici alle proteine del latte vaccino trattati per una reazione allergica. I prodotti sono realizzati e diffusi dalla Pfizer Italia (Solu medrol 40 mg/ml polvere e solvente per soluzione iniettabile AIC n. 023202017) e dalla portoghese Hikma Farmacêutica (generici  Metilprednisolone Hikma 40 mg polvere per soluzione iniettabile AIC n. 042331013 1 flaconcino e Metilprednisolone Hikma 40 mg polvere per soluzione iniettabile AIC n. 042331025 10 flaconcini).

L’avviso segnala che “casi di reazioni allergiche, la maggior parte gravi, che includono broncospasmo e anafilassi, sono stati riportati in pazienti allergici alle proteine del latte vaccino, trattati per reazioni allergiche acute con medicinali iniettabili a base di metilprednisolone contenenti lattosio di origine bovina. La maggioranza dei pazienti era di età inferiore ai 12 anni”.

Questo perché “il lattosio derivato dal latte vaccino è utilizzato come eccipiente in questi medicinali potrebbe contenere delle tracce di proteine del latte che potrebbero scatenare una reazione allergica nei pazienti allergici alle proteine del latte vaccino”. Pertanto, “questi medicinali sono adesso controindicati in pazienti con allergia nota o sospetta al latte vaccino”.

Solu Medrol e il metilprednisolone sono somministrati generalmente ad adulti e bambini sopra i 3 anni di età per il trattamento di: malattie della pelle (pemfigo, eritema multiforme grave, dermatite esfoliativa); malattie allergiche (asma bronchiale, dermatite da contatto, malattia da siero, allergie ai farmaci, edema angioneurotico, orticaria, shock anafilattico); malattie dell’intestino (colite ulcerosa, ileite segmentaria);  tumori del sangue (es. leucemia negli adulti e nei bambini); malattie del cervello (es. condizioni provocate da un tumore o un trauma); malattie dei polmoni nei soggetti affetti da AIDS; tumori che colpiscono le ghiandole linfatiche (linfomi negli adulti); malattie caratterizzate da accumulo di liquidi (stati edematosi);  malattia della pelle generalizzata (neurodermite); febbre reumatica acuta (malattia infiammatoria acuta che colpisce le articolazioni, il cuore, la pelle e il sistema nervoso centrale);  gravi malattie polmonari da Pneumocystis jiroveci in soggetti affetti da AIDS (terapia adiuvante).

QUESTA E’ LA NOTA INFORMATIVA dell’Aifa sul metiprednisolone e su Solu Medrol e rappresenta la conclusione di un esame già avviato il 2 dicembre 2016. Va ricordato, in ogni caso che altri medicinali analoghi al Solu Medrol, che non contengono lattosio derivato dal latte vaccino (come per esempio Urbason, Depomedrol e Metilbetasone) sono ampiamente disponibili in sostituzione di Solu Medrol in caso di allergia da proteine del latte vaccino e da lattosio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here