Fipronil, ritirata pasta all’uovo contaminata dal disinfettante

0
82

Lo scandalo del Fipronil, disinfettante contro gli insetti ritenuto nocivo per la salute umana rinvenuto in uova e prodotti preparati con uova contaminate, mette paura anche a Roma. Il Ministero della Salute, infatti, ha diffuso un richiamo sanitario per un lotto di pasta all’uovo prodotta artigianalmente.

Il prodotto al centro del provvedimento deciso dal Ministero della Salute riguarda un lotto di fettuccine dell’azienda “Ristopronto Srl” che ha sede in via di Dragone 401/b, a Dragona, un quartiere tra Roma e Ostia, disteso lungo la via del Mare. Il richiamo è datato 18 agosto 2017 ma il Ministero della Salute l’ha reso noto solo oggi, 25 agosto. Nel lotto 33/2017 di confezioni da 2 kg di fettuccine all’uovo, scadenza 22 agosto, è stata rinvenuta la presenza di Fipronil. E’ stato disposto, dunque, il ritiro dalla vendita di quelle confezioni.

Il provvedimento fa parte dell’implementazione di controlli disposti dalle autorità sanitarie e dai Carabinieri del Nas per QUESTO SCANDALO esploso nei paesi nord-europei e che sembra non escluda il coinvolgimento di aziende italiane.

E’ bene evidenziare, nel caso della “Ristopronto srl”, che si tratta di un’azienda di trasformazione che, ovviamente, non può avere responsabilità dirette riguardo alla presenza di sostanze di rischio chimico come accertato dai controlli, considerato che la contaminazione riguarda la materia prima ovvero le uova di produzione esterna.

QUESTA E’ LA SCHEDA di ritiro del prodotto diffusa dal Ministero della Salute.

Sul proprio profilo facebook l’azienda “Ristopronto Srl” ha diffuso il seguente comunicato rivolto ai consumatori. “Salve vorremmo tranquillizzare tutti i nostri clienti per evitare allarmismi inutili sulla nostra azienda escludendo la nostra responsabilità diretta sull’accaduto. Noi siamo una piccola azienda ma con processi HACCP con certificazione Europea.Svolgendo come di consueto la nostra produzione usando prodotti italiani certificati da vari fornitori (comprese le uova in questione) dall’analisi di controllo è stata rilevata una presenza Minima di FIPRONIL che a detta degli ispettori per essere dannosa e provocare intossicazione bisognerebbe ingerirne in quantità inverosimili. Appena riscontrato il problema abbiamo subito attivato le procedure di richiamo dell’unico lotto positivo e sottoposto ad analisi tutte le uova presenti in laboratorio provenienti da più fornitori non fidandoci piú delle loro certificazioni. Grazie a noi le autorità competenti sono risalite all’allevamento ITALIANO che commercializzava queste uova destinate ad altre aziende e consumatori finali. Cogliamo l’occasione per comunicarvi che siamo operativi e vi aspettiamo nelle nostre sedi. Cordiali saluti Ristopronto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here