Prevenire le malattie dell’età avanzata, tutto su integratori e medicina alternativa

Dal National Center for Complementary and Integrative Health memorandum sugli integratori e sulle terapie complementari disponibili nella terza età

0
1380

Integratori, prodotti erboristici e tecniche orientali per contrastare gli acciacchi dell’età: attenzione alle bufale e alla macchina propagandistica commerciale.

Sempre più anziani si rivolgono a soluzioni sanitarie complementari e integrative, spesso come riflesso di un sano approccio di auto-potenziamento al benessere. I prodotti naturali spesso venduti come integratori alimentari sono sovente utilizzati da molte persone della terza età ma anche dai giovani, per vari motivi, nonostante le preoccupazioni sulla loro sicurezza o la mancanza di solide prove sulla loro efficacia. Anche se vi è una diffusa percezione pubblica che l’erboristeria e gli agenti tradizionali inclusi negli integratori alimentari possono essere considerati sicuri, questi prodotti invece possono contenere composti farmacologicamente attivi e possono avere pericolose connessioni.

DAGLI STATI UNITI UN PREZIOSO MEMORANDUM

Le pratiche sulla mente e sul corpo, comprese le tecniche di rilassamento e di forme di esercizio di meditazione come lo yoga, tai chi e il qi gong sono ampiamente utilizzate dagli anziani, soprattutto statunitensi, sia per il fitness che per il relax, e percepiti come agenti positivi per la salute. In attesa di dati clinici affidabili, assenti per la mancanza di standard e di metodo, questo genere di approccio può essere considerato positivo per il fatto che spinge gli anziani a mantenere una motivazione a considerare l’esercizio fisico una delle proprie attività regolari.

In relazione alla sempre maggiore diffusione della medicina alternativa nella terza età, lo statunitense National Center for Complementary and Integrative Health del National Institutes of Health ha stilato un memorandum sull’efficacia delle terapie complementari disponibili con l’avanzare dell’età.

LE PATOLOGIE PIU’ DIFFUSE: RIMEDI E BUFALE

OSTEOARTROSI – Nel 2012, l’American College of Rheumatology ha formulato raccomandazioni per l’utilizzo di approcci farmacologici e non farmacologici per l’OA della mano, dell’anca e del ginocchio. Le linee guida raccomandano il tai chi, insieme ad altri approcci non farmacologici come la terapia manuale, ausili per la deambulazione, e programmi di auto-gestione. L’agopuntura è anche consigliata per coloro che hanno il dolore al ginocchio cronico moderato-grave e sono candidati per la sostituzione totale del ginocchio, ma non sono disposti o in grado di sottoporsi a un intervento chirurgico. Al contrario la preponderanza di prove sulla glucosamina e condroitina solfato presi separatamente o insieme, indica che poco o nessun effetto significativo hanno sul dolore o funzione.

ALZHEIMER E DECLINO COGNITIVO – Anche se le prove su un paio di prodotti naturali, come il ginkgo biloba (si può comprare qui da 120 capsule o anche qui da 360) e gli acidi grassi omega-3  (in vendita qui da 120 capsule o qui da 365), per la prevenzione del declino cognitivo o demenza hanno dimostrato alcuni effetti modesti, sono carenti le prove dirette sui pazienti.

DISTURBI DEL SONNO – L’evidenza suggerisce che l’uso di tecniche di rilassamento prima di coricarsi possono essere utile componenti di una strategia di successo per migliorare le abitudini del sonno. Un rapporto del 2006 pubblicato dalla American Academy of Sleep Medicine ha concluso che diversi interventi psicologici e comportamentali, tra cui il training di rilassamento, la terapia sul controllo dello stimolo, e la terapia cognitivo-comportamentale sono efficaci, e ha raccomandato l’inserimento di almeno una delle strategie di trattamento iniziali nell’insonnia primaria cronica e nella secondaria. L’evidenza attuale suggerisce che la melatonina può essere utile nel trattamento di diversi disturbi del sonno, come il jet lag, sindrome da sonno posticipato, e problemi di sonno legati al cambio di lavoro (qui puoi comprare melatonina da 180 compresse o da 240). Tuttavia, la melatonina può avere effetti additivi con l’alcool e con altri farmaci sedativi, e le persone anziane devono essere avvertite circa il suo utilizzo.

SINTOMI DELLA MENOPAUSA – Nel complesso, l’evidenza suggerisce che alcuni approcci mente e corpo, come lo yoga, tai chi, e programmi basati sulla meditazione possono fornire qualche beneficio nel ridurre i sintomi comuni della menopausa. Molti prodotti naturali sono stati studiati per i loro effetti sui sintomi della menopausa, ma non ci sono prove per la loro efficacia. Inoltre, bisogna fare attenzione perché i prodotti naturali utilizzati per i sintomi della menopausa possono avere effetti collaterali e possono interagire con altri prodotti vegetali o integratori o con i farmaci.

IPERTROFIA PROSTATICA BENIGNA (BPH) – Anche se diversi piccoli studi hanno suggerito modesto beneficio del saw palmetto (o Palmetta della Florida, detta anche ptychopetalumnel o serenoa repens) nel trattamento dei sintomi di BPH, un ampio studio di valutazione ad alte dosi ha rilevato che non è stato più efficace del placebo nel trattamento dei sintomi urinari legati alla BPH. Qui trovi tutti gli integratori in qualche modo utili per ridurre il rischio legato a questa patologia.

DEGENERAZIONE MACULARE – Ci sono alcune prove che prodotti naturali come vitamine antiossidanti e minerali possono ritardare lo sviluppo della degenerazione maculare da vecchiaia (AMD) in persone che sono ad alto rischio per la malattia. Tuttavia, altri studi sulla vitamina E e sulla supplementazione di beta-carotene non hanno dimostrato benefici nel prevenire l’insorgenza dell’AMD.

HERPES ZOSTER – Sono stati eseguiti solo pochi studi sugli effetti del Tai Chi sulla immunità cellulo-mediata contro il virus varicella-zoster in seguito alla vaccinazione, ma i risultati di questi studi hanno dimostrato comunque qualche beneficio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here