Recuperare la forma fisica: l’aiuto della chirurgia estetica

0
618

Il bel tempo e la voglia di mare sono alle porte. La prova-costume incombe. E l’inverno, come sempre, ci ha “regalato” qualche chiletto di troppo. Le diete, spesso, sono un sacrificio: ci impongono di fare rinunce al piacere del palato. Così molti di noi, cercano “scorciatoie” per farsi trovare pronti con l’appuntamento in spiaggia.

La via breve per recuperare il profilo ottimale passa per la chirurgia estetica, sempre più prodiga di soluzioni a basso impatto in effetti indesiderati e sofferenze.

“Manca ancora qualche mese all’estate e c’è quindi la possibilità di intervenire in modo da arrivare pronti per il mare o la piscina” segnalano i chirurghi plastici Pierfrancesco Bove e Raffaele Rauso del surgery network ChirurgiadellaBellezza. Un’esperienza, la loro, in grado di indicare quali siano i trattamenti più richiesti e consigliati con i relativi benefici e tempi di convalescenza. ESTETICA.CH

  1. Addominoplastica. E’ un tipo di intervento chirurgico richiesto sia dagli uomini che dalle donne: ridefinisce il girovita eliminando gli accumuli. «Si tratta di un’operazione utile per risolvere sia l’eccesso di cute conseguente, per esempio, ad una gravidanza o a una rapida perdita di peso, sia per eliminare l’addome globoso, dovuto a un accumulo eccessivo di grasso. Le cicatrici di solito si localizzano sotto la linea dello slip, così da essere invisibili quando si indossa il costume da bagno. L’intervento dura due-tre ore, in base all’entità dell’addome da trattare, e nei casi di mini-addominoplastica si può eseguire in regime di day hospital» affermano gli specialisti.
  2. Aumento del seno. Il décolleté è uno dei protagonisti della stagione calda, complici magliette scollate, costumi e canottiere. Per le donne, l’aumento del seno resta l’intervento più desiderato. Il team di ChirurgiadellaBellezza ha messo a punto la Smart mastoplastica (QUI TROVI IL DETTAGLIO), una particolare combinazione di procedure consolidate e sicure che consente di ottimizzare i tempi dell’intervento (mezz’ora circa contro le due ore di una mastoplastica tradizionale), riducendo l’edema e il gonfiore. Il minore tempo di intervento comporta anche tempi di recupero accorciati.
  3. Biostimolazione e PRP. In estate il corpo intero è più esposto, ma non bisogna mai dimenticare di dedicare le giuste attenzioni alla pelle del viso. «Il sole resta il nemico numero uno della pelle ed è bene non abbassare mai la guardia, soprattutto d’estate. Per questo consigliamo interventi di medicina estetica come biostimolazione e biorigenerazione cutanea con PRP (plasma ricco di piastrine) che aiutano a dare al viso un aspetto luminoso e fresco» aggiungono i chirurghi. Il trattamento con PRP è una tecnica innovativa non invasiva che consiste nell’infiltrazione di plasma ad alto contenuto piastrinico, che stimola e attiva i fibroblasti della cute (cellule che producono fibre di collagene). «Il plasma si ottiene centrifugando il sangue autologo (cioè prelevato dallo stesso paziente) all’interno di un processo che termina con la produzione di una parte di plasma ad alta concentrazione di piastrine – dicono Bove e Rauso – La biostimolazione consiste nello stimolare i fibroblasti, cioè le cellule deputate alla produzione di collagene ed elastina, sostanze naturali fondamentali per la giovinezza del volto. Il tutto avviene attraverso microiniezioni sui punti strategici di acido ialuronico in una formulazione particolare, naturale e a basso peso specifico, associato a vitamine ed amminoacidi». Sia per il PRP sia per la biostimolazione sono necessarie più sedute, il cui numero varia a seconda del grado di invecchiamento della pelle.
  4. Carbossiterapia. «È uno degli interventi più richiesti per combattere gli inestetismi della cellulite. La carbossiterapia è un trattamento che utilizza l’anidride carbonica per  stimolare la riossigenazione dei tessuti, migliorando il microcircolo nella specifica area del corpo trattata. È una tecnica non invasiva che permette non solo di migliorare il microcircolo, aumentando l’elasticità cutanea e quindi il ringiovanimento della pelle, ma può anche aiutare a ridurre i piccoli accumuli di grasso»  affermano Rauso e  Bove. Il trattamento è semplice e veloce, ma è necessario pensarci per tempo. «È possibile eseguire una seduta alla settimana: a seconda dell’area da trattare e della profondità del problema da risolvere, si programma un ciclo di sedute della durata di 10-30 minuti ciascuna in base all’estensione dell’area da trattare».

SALUTE ED ESTETICA DEL SENO

Il mercato mette a disposizione altri utili ausili per un décolleté attraente. Prima di sottoporsi ad un intervento di chirurgia plastica può essere utile leggere Con il sen(n)o di poi: Tutto sull’aumento del tuo seno. Prefazione di Umberto Veronesi. Per un aspetto migliore, magari potrebbe essere sufficiente questo piccolo espediente WingsLove Riutilizzabile Adesivo Silicone Reggiseno Magic Push Up Senza Spalline Nubra+ Borsa da Viaggio (B-Doppio spessore) o anche questo TOOGOO(R)PAIO REGGISENO IN SILICONE PUSH UP COPPE AUMENTO SENO.  Un beneficio circolatorio e un qualche effetto rassodante può ottenersi anche attraverso l’uso metodico dell’HIDRO SENO -Deluxe- Doccia per Massaggio del Seno con Getto d’Acqua Rotante, Massaggiatore per Seno, Idromassaggiatore per Seno, Idromassaggio Rassodante per Seno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here