Plastica al seno, stop alle protesi in relazione al linfoma anaplastico

Protesi mammarie cancerogene. A rischio modelli texture della Allergan: 59 casi registrati finora in Francia

Le protesi mammarie a impianto cosìddetto texture sono a rischio cancerogeno. L’agenzia sanitaria francese per la sicurezza dei prodotti medici (Ansm) ha reso noto sul proprio sito, «come misura precauzionale», il ritiro dal mercato un tipo di impianto di protesi mammarie macrotesturizzate e degli impianti mammari con superficie ricoperta da poliuritene, per il rischio connesso con l’insorgenza di una rara forma tumorale, il linfoma anaplastico. La misura entrata in vigore il 5 aprile 2019, prevede il divieto di immissione di tali protesi sul mercato, il divieto di distribuzione ed utilizzo ed il ritiro delle protesi presenti. L’agenzia non raccomanda però l’espianto preventivo per le donne portatrici di tali protesi.

Dal 2011, afferma l’agenzia, sono stati dichiarati in Francia 59 casi di linfoma anaplastico associati a tali impianti mammari. L’Ansm rinnova inoltre la raccomandazione di utilizzare preferibilmente impianti mammari di tipo liscio in chirurgia estetica o ricostruttiva. La misura precauzionale, spiega l’agenzia, è stata decisa per «ridurre l’esposizione delle donne al rischio di Linfoma Anaplastico a Grandi Cellule (ALCL), che resta un rischio raro ma grave». (questo è il provvedimento sul sito francese)

Qualsiasi donna che porta una protesi mammaria, dunque, dovrebbe essere seguita attentamente dai medici. La francese Agence nationale de sécurité du médicament (ANSM) in una nota, infatti, ricorda che il linfoma anaplastico a grandi cellule può svilupparsi con queste protesi. I sospetti nei confronti dei prodotti a marchio Allergan sembrano rafforzare questa ipotesi.

59 CASI IN FRANCIA

Era il marzo 2015 quanto l’Institut national du cancer (INCA) e l’ANSM sollevavano questa questione, coniando una nuova terminologia: il linfoma anaplastico a grandi cellule associato a protesi mammarie (LAGC-AIM). La successiva vigilanza sui dispositivi è stata rinforzata. Al centro delle preoccupazioni: le protesi strutturate in texture prodotte da Allergan.

In quest’ultimo caso, i sospetti circa il marchio Allergan sembrano confermati. E’ “sovrarappresentato” in Francia e in altri paesi. Oggi non è ancora possibile concludere su un possibile collegamento diretto tra quel tipo di protesi e insorgenza del cancro, spiegano tuttavia dall’ANSM. Diverse ragioni impediscono questa verifica: alcune donne hanno impiantato questa marca, ma altre hanno cambiato il modello nel corso degli anni. Inoltre, il numero di casi è molto ristretto.

E’ difficile risalire ai alla storia dei modelli di impianto applicati ai pazienti. E’ quindi difficile valutare un possibile legame tra il verificarsi della LAGC-AIM e una particolare marca di impianto “, aveva dichiarato nel giugno 2015, il Comitato scientifico temporaneo di specialisti. Il numero di casi continua a crescere. Al 6 luglio 2016 risultano 29 donne elencate in totale, 9 in più rispetto al biennio 2014-2015. “L’aumento di LAGC-AIM  è regolare in Francia” segnala l’agenzia. Dal 2011 al marzo 2019 i casi sono saliti a 59.

IN FRANCIA 400MILA ALLERGAN  VENDUTE IN OTTO ANNI

Nonostante una vigilanza necessaria, il linfoma anaplastico associato agli impianti è raro nei portatori: ben 400mila modelli sono stati venduti tra il 2007 e il 2014. Le complicazioni sono quindi limitati a un numero molto piccolo. Questo anche perché l’espianto preventivo non è raccomandabile in talune pazienti. I chirurghi sono comunque invitati a informare le donne circa i rischi. Le donne comunque devono essere attentamente seguite, anche in assenza di segni sospetti. “Se la diagnosi è fatta in anticipo, il risultato è più favorevole” ricordano all’ANSM. I sintomi sospetti comprendono un versamento, l’aumento di volume del seno, il dolore, l’infiammazione, la formazione di una massa e l’ulcerazione.

QUESTA E’ LA NOTA dell’agenzia francese ANSM

Già nel marzo 2015 le autorità sanitarie francesi lanciarono QUESTO ALLARME riguardo alla presenza di numeri anomali sull’insorgenza di cancro al seno in donne portatrici di protesi mammarie. E di QUESTO MODELLO a ottobre 2015 ne è stata sospesa la vendita. Da parte degli specialisti sono doverose QUESTE RACCOMANDAZIONI alle donne che intendono sottoporsi ad una mastoplastica additiva. Operazione che potrebbe essere in molti casi sostituita con QUESTA TECNICA che darebbe risultati incoraggianti riducendo i margini di rischio.

SALUTE ED ESTETICA DEL SENO

Il mercato mette a disposizione altri utili ausili per un décolleté attraente. Prima di sottoporsi ad un intervento di chirurgia plastica può essere utile leggere Con il sen(n)o di poi: Tutto sull’aumento del tuo seno. Prefazione di Umberto Veronesi. Per un aspetto migliore, magari potrebbe essere sufficiente questo piccolo espediente WingsLove Riutilizzabile Adesivo Silicone Reggiseno Magic Push Up Senza Spalline Nubra+ Borsa da Viaggio (B-Doppio spessore) o anche questo TOOGOO(R)PAIO REGGISENO IN SILICONE PUSH UP COPPE AUMENTO SENO.  Un beneficio circolatorio e un qualche effetto rassodante può ottenersi anche attraverso l’uso metodico dell’HIDRO SENO -Deluxe- Doccia per Massaggio del Seno con Getto d’Acqua Rotante, Massaggiatore per Seno, Idromassaggiatore per Seno, Idromassaggio Rassodante per Seno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here