Infertilità maschile, prodotti spermatozoi da cellule della pelle

0
1194

Spermatozoi prodotti a partire da cellule epiteliali per sconfiggere l’infertilità maschile. E’ il risultato ottenuto da un gruppo di ricercatori spagnoli riuscito a ricavare sperma umano in laboratorio da cellule della pelle.

CELLULE EPITELIALI PIU’ UN MIX DI 6 GENI

Il lavoro è stato pubblicato sulla rivista Nature con il titolo “Human somatic cells subjected to genetic induction with six germ line-related factors display meiotic germ cell-like features”. Per realizzare questa impresa, gli scienziati hanno fatto affidamento sul lavoro del professor Shinya Yamanaka della Kyoto University (Giappone). Nel 2006, è stato dimostrato che è possibile trasformare cellule del fegato, dei muscoli o dei polmoni in cellule staminali capaci di generare qualsiasi altra cellula del corpo. Queste cellule prodotte in laboratorio sono chiamate cellule staminali pluripotenziali indotte o cellule iPS. FERTILITA

Con questa tecnica, il team spagnolo dell’Università di Valencia, in collaborazione con un team della Stanford University (USA) hanno potuto riprogrammare cellule della pelle in gameti maschili iniettando loro un cocktail di 6 geni. In un mese la riprogrammazione è stata eseguita. Tuttavia, gli spermatozoi prodotti in laboratorio non sono maturi e non sono quindi in grado di fecondare un ovulo.

Ciò nonostante l’inizio è considerato molto promettente. “Le conoscenze acquisite da questo lavoro verranno utilizzate per creare sperma umano in vitro per lo studio dell’infertilità maschile e per trovare i relativi trattamenti” concludono i ricercatori. Già nel maggio 2015, un team di ricercatori di Lione, in Francia, aveva annunciato di essere riuscito a creare in vitro sperma umano maturo. Tuttavia, i ricercatori non erano riusciti a provare la capacità di fertilizzazione dei gameti. Ulteriori sperimentazioni sui ratti devono essere condotti per scoprire se questi gameti prodotti in laboratorio sono funzionali. Il passo successivo per il team spagnolo sarà quello di produrre embrioni in laboratorio dallo sperma derivato. Per questo, gli studiosi dovranno esportare il loro lavoro in Gran Bretagna, l’unico Stato europeo che consente questo tipo di ricerca. QUI TROVI LO STUDIO eseguito dal team spagnolo-statunitense.

La capacità riproduttiva in un uomo può diminuire per fattori transitori, per l’avanzare dell’età, per alcuni tipi di malattie ma anche per sbagliati stili di vita. QUI PUOI SAPERNE DI PIU’ e migliorare la tua capacità riproduttiva.

COME MISURARE LA PROPRIA FERTILITA’

Oltre alla valutazioni di laboratorio (spermiogramma), è possibile eseguire test anche domiciliari. L’autotest SpermCheck fertilità è prodotto dalla società americana Contravac, con sede in Virginia. L’autotest SpermCheck fertilità è prodotto dalla società americana Contravac, con sede in Virginia. In Italia, nell’era della globalizzazione, il prodotto è ovviamente disponibile online cliccando su SpermCheck alla fertilità (attualmente non disponibile). Per valutare il livello di fertilità maschile si può anche impiegare questo test monouso Test Fertilità Babystart FertilCount 1 Test da Maschio oppure in confezione da 2 Test di Fertilità maschile – 2 Test. E’ possibile disporre anche di un test più economico ma ugualmente affidabile, il Male Fertility Test Kit Accurate Home Sperm Concentration Test by Wondfo Easy ~ Fast ~ Accurate Male Fertility Test by Wondfo (istruzioni solo in inglese) mentre il BABY Package Test (5 x Test Ovulazione, 2 x Test Gravidanza, 2 x Test Fertilità Maschile) consente di valutare la fertilità sia della donna che dell’uomo.

PER FAVORIRE IL CONCEPIMENTO

Nelle coppie intenzionate ad avere un figlio può essere utile accompagnare all’atto sessuale l’applicazione della LUBRIFICANTE PER LA FERTILITA’ CONCEIVE PLUS TUBETTO MULTIUSO 75ml un gel che favorisce la fecondazione dell’ovulo.  Per la donna, il CLEARBLUE TEST DI OVULAZIONE AVANZATO DIGITALE permette di stabilire qual è il momento dell’ovulazione e quindi l’occasione più propizia per il concepimento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here