Disturbi del sonno, le regole per dormire meglio in coppia e con i bambini

Il 17 marzo Giornata Mondiale del sonno World Sleep Day: lo slogan è “Sleep soundly, Nurture Life” ovvero “Dormine soni tranquilli, nutrire la vita”.

0
176

In Italia 12 milioni di persone non riescono a riposare bene e 4 milioni lamentano insonnia cronica. Più di un quarto dei francesi soffre di un deficit di sonno e riesce a dormire meno di 6 ore a notte, secondo l’Institut national du sommeil et de la vigilance (INSV), mobilitato come tutte le organizzazioni sanitarie nella Giornata Mondiale del sonno World Sleep Day 2017 che si celebra il 17 marzo e quest’anno ha come slogan “Sleep soundly, Nurture Life” ovvero “Dormine sonni tranquilli, nutrire la vita”.

INSONNIA, GLI ERRORI DA EVITARE

Insonnia, spesso un sonno ristoratore si ottiene evitando di dormire in coppia o con un animale da compagnia nel letto

Sulla rete si moltiplicano i consigli su come dormire bene e, soprattutto, quali sono le conseguenze di un sonno poco ristoratore. IN QUESTO GRUPPO DI PAGINE di saluteokay.com potrete trovare sicuramente l’informazione utile relativa al SONNO mentre IN QUESTI ARTICOLI potrete leggere dell’INSONNIA. La tecnica più moderna e particolarmente efficace per sconfiggerla è descritta in questo articolo.

Qui vogliamo trattare tre argomenti collegati al sonno soprattutto nelle civiltà occidentali. E cominciamo con quello che è un tabù ma non dovrebbe esserlo in nome della salute e del benessere individuale: dormire con qualcuno non sempre facilita il sonno e quindi separare le camere in una coppia non dovrebbe essere un “tabù”. Secondo QUESTA INDAGINE dell’INSV  il 22% dei francesi è disturbato dal fatto di dormire con un altro adulto. “Nella popolazione c’è una quota del 35% di persone che russa (questa è la SITUAZIONE IN ITALIA) ma il primo inconveniente che disturba il sonno è dovuto ai movimenti” spiega la dottoressa dottor Joëlle Adrien, Presidentessa della INSV, ricordando che il russare aumenta con l’età, con un certo tipo di alimentazione e con il sovrappeso. Per affrontare quel problema, esistono poche soluzioni.

Per risolvere il problema nella coppia gli esperti suggeriscono di parlarne, di affrontare il tema con il dialogo. La dottoressa Joëlle Adrien suggerisce “per affrontare la qualità del sonno bisogna mettere da parte i tabù” nella coppia perché è “un dolore il non dormire bene” ed è dannoso per la salute. L’esperta incoraggia a discutere il modo di dormire: prendere un letto più grande (minimo 160 cm di larghezza) o due letti singoli, e considerare stanze separate ove possibile.

Tra le questioni sollevate, si è anche scoperto che dormire con un animale domestico è un’abitudine molto diffusa. Un terzo dei francesi che ne possiede uno, gatto o cane principalmente, l’accoglie nella sua stanza ogni notte o quasi. E questa prossimità animale notturna è percepita in modo variabile: non ha alcun impatto sul sonno per il 61% degli intervistati, e può anche migliorare per il 13% tra coloro che trovano quella presenza “rilassante”. Ma è ritenuta come un disagio in quasi tre persone su dieci. “Tutto l’ambiente può interrompere il sonno”, osserva la dottoressa Adrien, ricordando che il ritmo del sonno di un animale è diverso.

Ultimo insegnamento che deriva dallo studio: bisogna insegnare ai bambini di dormire da soli. Un quarto dei francesi che hanno un bambino dorme con lui nella loro camera da letto, di solito occasionalmente. Ma “stare a letto con il proprio bambino non è assolutamente una buona idea, anche quando è malato: può diventare un’abitudine e può influenzare la sua indipendenza dopo“, secondo la dottoressa Joëlle Adrien. Se c’è un bambino piccolo, poi, farlo dormire nel lettone può anche diventare pericoloso, in particolare per il rischio di soffocamento.

LA GIORNATA MONDIALE IN ITALIA

In Italia l’unica iniziativa strutturata e promozionata per celebrare la Giornata Mondiale del sonno (il Ministero della Salute non ne parla affatto) si deve ad un brand legato alla produzione di materassi, PerDormire. Durante tutto il fine settimana dal 17 al 19 marzo, in più di 60 città italiane, 150 esperti denominati “Personal trainer del sonno”, saranno a disposizione gratuitamente presso gli oltre 80 punti vendita del brand per dispensare consigli mirati e personalizzati su come riposare al meglio. Un’indagine dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia svolta per PerDormire, rivelerebbe che negli italiani l’importanza e benefici del riposo sia poco chiara. “Generalmente lo considerano una semplice necessità o al contrario un lusso – spiega Veronica Gabrielli, professore associato di marketing presso l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – addirittura il 6,8% delle persone è d’accordo con l’affermare che dormire sia una perdita di tempo, mentre, il 30% del campione dichiara di sentirsi in colpa dopo una lunga notte di riposo. Altro dato di cui tener conto è che più del 20% delle persone dopo una lunga notte di riposo si sente in ritardo, come se le ore di sonno avessero ridotto la possibilità di adempiere ai propri doveri“. QUI TROVI il dettaglio delle iniziative di PerDormire.

Secondo le statistiche il 45% della popolazione mondiale soffre di disturbi del sonno.

COME SCONFIGGERE IL RUSSAMENTO

Sul mercato sono proposti diversi rimedi per ridurre il fenomeno del russamento. Tre quelli più usati c’è il ricorso all’uso della FASCIA ELASTICA NOTTURNA ANTI RUSSAMENTO CINTURA MANDIBOLARE PER SMETTERE DI RUSSARE proposta nella sua versione più economica o della Honeywell 1030940 casco bianco e cinturino sottomento più avvolgente e quindi efficace. Pareri contrastanti (nelle recensioni c’è chi ne ha trovato giovamento e chi l’ha considerata una spesa inutile) riguardo all’impiego di Magneti Anti Russamento Snore Free Magnets o di Incutex 50x cerotti nasali per non russare cerotti per naso antirussamento, misura L. Il kit I 5 migliori dispositivi anti-russamento, infine, offre la possibilità di provare diversi sistemi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here