Colpi di coda dell’influenza, ancora 144mila persone malate

0
738

FluSeppure si sia molto lontani dai livelli d’incidenza di fine gennaio, quando l’epidemia raggiunse quote del 10,85 per mille, l’influenza assesta gli ultimi colpi di coda e mette a letto circa 144mila italiani.

Sono i dati della 13° settimana Influnet relativi alla sorveglianza epidemiologica dell’influenza, elaborati dal Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute dell’Istituto superiore di sanità. Il quadro generale indica un calo del livello di incidenza delle sindromi influenzali che, in questa settimana, è pari a 2,37 casi per mille assistiti. Ad essere maggiormente colpiti sono i più piccoli: nella fascia di età 0-4 anni, infatti, l’incidenza è pari a 4,65 casi per mille assistiti, nella fascia di età 5-14 anni a 3,67 nella fascia 15-64 anni a 2,41 e tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni a 1,04 casi per mille assistiti.

Il numero di casi stimati, in questa settimana, è pari a circa 144.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 5.958.000 casi. Tra le regioni che si sono liberate meglio del virus figurano la Val d’Aosta ed il Molise, tra quelle che invece presentano ancora un’incidenza tra il 2 ed il 5 per mille degli assistiti malati, ci sono il Lazio, il Piemonte, l’Umbria, la Campania e le Marche.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here