Candeline con scintille sulle torte, un’abitudine pericolosa per la salute

0
12773

Candeline che scintillano sulle torte, fate attenzione al pericolo che comportano sia per i fumi che producono che per il particolato che rilasciano e che si deposita sul dolce che sarà poi consumato.

SONO GIOCHI PIROTECNICI A TUTTI GLI EFFETTI

Le candeline scintillanti o fontane luminose sulle torte sono pericolose per la salute

L’allarme arriva dalla redazione di Report, il programma di Rai 3, che nella serata del 27 marzo (con replica sabato 1 aprile alle 16,30) ha trasmesso l’inchiesta “Ospiti indesiderati”. I giornalisti della squadra di Milena Gabanelli, alla sua prima stagione non in video, hanno esaminato la moda delle fontane luminose, stelline scintillanti o sparklers come si chiamano i giochi pirotecnici che hanno soppiantato le classiche candeline di sera sulle torte. Più coreografiche delle tradizionali fiammelle, vengono usate nelle feste di compleanno, nei matrimoni o nelle ricorrenze in genere senza distinzioni d’età tra i consumatori e senza fare attenzioni se possano nuocere alla salute. In realtà, sono giochi pirotecnici o fuochi d’artificio classificati con la categoria F1 ovvero vietati ai minori di 14 anni secondo la normativa QUI DESCRITTA. E pertanto presentano dei pericoli, come hanno attestato gli esperti chiamati in tivvù a commentare il fenomeno e come aveva già avvertito, per altre ragioni, la Polizia di Stato IN QUESTO NOSTRO ARTICOLO.

IL PARERE DEGLI ESPERTI

Antonietta Maria Gatti, fisico e bioingegnere, ha un curriculum di tutto rispetto: Visiting Professor all’Institute for Advanced Sciences Convergence (al Dipartimento di Stato americano), Membro del Comitato Scientifico Nazionale del Ministero della Difesa (CPCM), Consulente della Commissione governativa sull’uranio impoverito e le malattie correlate, Coordinatore del Progetto chiamato INESE Commission dell’Istituto Italiano di Tecnologia di nanoecotossicologia. A lei è stato chiesto di osservare al microscopio quali sono le sostanze liberate dalle fontane luminose. “Qui ce ne sono milioni – esclama – C’è dell’alluminio, per esempio, c’è del ferro, c’è del bario, del silicio, del calcio, oltre che all’ossigeno e al carbonio. Per la loro piccolezza alcune di queste sostanze possono passare le barriere, quella polmonare sicuramente, ma anche quella intestinale”. Insomma un particolato che crea problemi sia se respirato che ingerito. E visto che solitamente si soffia sulle candeline e che la torta sottostante viene mangiata dai commensali, entrambi i rischi sono concreti.

Daniela Maurizi, segretario del Consiglio nazionale chimici ed autrice del libro “Etichettatura degli alimenti e informazioni ai consumatori” , chiarisce quali sono i rischi per la salute derivanti da quelle sostanze. “Il bario può dare problemi gastrointestinali e poi può provocare una diminuzione della concentrazione di potassio nel sangue – segnala – L’alluminio in particolare ha un effetto di neurotossina e quindi, diciamo, alla lunga potrebbe dare, con il bio-accumulo, dei problemi neurologici”.

Dunque, come si può essere arrivati a sostituire sulle torte di compleanno le innocue candeline di cera con i più pericolosi giochi pirotecnici? Evidentemente per un’operazione di marketing e per un vuoto normativo che lo consente. Nausicaa Orlandi, Presidente del Consiglio nazionale dei chimici nonché docente e perito del Tribunale di Padova, ne sottolinea l’incongruenza normativa. “Questi prodotti – osserva – sono prodotti di svago, ma non sono prodotti ad uso alimentare o a contatto con gli alimenti. Si vedono proprio in internet dei siti in cui li propongono per l’uso su torte o quant’altro. C’è un vuoto normativo, perché non si è pensato alle implicazioni che si potevano avere nella parte di sicurezza alimentare, per l’utilizzo che se ne fa, cioè quello di metterlo su una torta”.

IN QUESTA PAGINA si può rivedere l’inchiesta di Report sul tema.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here