Panettoni ritirati dalla vendita: a rischio per filamenti di ferro nell’impasto

Allerta lanciati da Maina ripresi da Esselunga e Coop: consumatori invitati a riconsegnare i panettoni. Problemi anche con vitello tonnato contaminato da Listeria

0
836

Parte male la campagna di vendita natalizia per Maina: un problema ai panettoni gran nocciolato rischia di procurare un irreparabile danno d’immagine al dolcificio cuneese. Due lotti del Panettone il Gran Nocciolato sono stati ritirati dalla vendita in via precauzionale e i consumatori invitati a non mangiarli, potendoli riconsegnare al punto vendita per avere il rimborso di quanto speso. Il motivo del richiamo è nella “possibile contaminazione da filamenti metallici” nell’impasto del panettone.

L’avviso potete leggerlo in questa pagina per quanto riguarda i supermercati Esselunga e in questa per la Coop. Il motivo del richiamo è la possibile contaminazione da filamenti metallici. Ad essere interessati dal provvedimento sono i lotti di produzione 801077 e 891077, confezioni di Gran Nocciolato da 1 kg, entrambi con scadenza 30 giugno 2019.

Invitiamo il consumatore a riportare il prodotto al punto vendita per la sostituzione” è l’invito che si può leggere nella pagina Esselunga e in quella Coop.

Dai vertici della Maina Panettoni, in merito alla vicenda, è stato diffuso il seguente comunicato:

  • Pur non essendo arrivata ad oggi alcuna segnalazione da parte dei consumatori e pur non rappresentando tale eventuale presenza un pericolo per la salute, Maina ha deciso di richiamare i tre lotti quale misura precauzionale;
  • Maina ha messo a disposizione il numero verde 800617781 e la mail dedicata gestionereclami@mainapanettoni.com per qualsiasi richiesta di informazione o segnalazione;
  • La non conformità è già stata risolta e la produzione si svolge nel rispetto dei consueti ed elevati standard di sicurezza e qualità.
Il vitello tonnato prodotto da La Sorgente ritirato dal commercio per pericolo di contaminazione da Listeria

Problemi di diversa natura riguardano invece le confezioni di Vitello Tonnato da 230 gr prodotte da “La Sorgente” e distribuito anche nei supermercati RisparmioSuper. Come segnala il Ministero della Salute, il lotto 18048 prodotto nella sede di Pessano con Bornago in provincia di Milano e data di scadenza sia del 24 novembre 2018 che del 26 novembre 2018 è stato ritirato per “Possibile presenza di Listeria monocytogenes”. La listeria è responsabile della listeriosi, malattia che può portare al decesso come spiegato in questo articolo. L’invito rivolto a chi l’avesse già acquistato è di “non consumare il prodotto e riportarlo presso il punto vendita”.

Questo è l’allerta lanciato dal Ministero della Salute.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here