Coronavirus, il vademecum per gestire al meglio il tempo in casa con i figli

In tempo di isolamento domiciliare da coronavirus (Covid-19) ecco alcune regole per ottimizzare il tempo da passare con i nostri figli

0
254

Con le nuove misure restrittive imposte dal Governo per arginare l’epidemia da Coronavirus Covid-19, famiglie, bambini e ragazzi si trovano improvvisamente a dover riempire il tempo e organizzare intere giornate in casa, conciliando molto spesso il lavoro dei genitori con le esigenze dei più piccoli.

Ma da una situazione seria e complicata che il nostro Paese sta vivendo, possono nascere delle nuove opportunità. E’ importante quindi non lasciare al caso la gestione di questo tempo ma organizzarlo al meglio, a vantaggio di tutti i membri della famiglia. Senza alimentare ansie e psicosi, come insegna questo articolo.

Abbiamo chiesto alla dottoressa Sara Baldi, Psicologa e Tutor dell’apprendimento presso l’associazione Il Mago di Oz ONLUS, di stilare una lista di consigli per impiegare al meglio il tempo da passare in casa insieme con i nostri figli. “Il Mago di Oz Onlus” è un centro riabilitativo specializzato nella cura e nel trattamento delle principali problematiche dell’età evolutiva, nato nel 2004 sul litorale romano, con sedi nei quartieri di Infernetto e Ostia. Ad oggi l’associazione rappresenta un punto di riferimento con un’equipe multidisciplinare di circa 50 specialisti nelle principali aree riabilitative: neuropsichiatria infantile, logopedia, neuropsicomotricità, fisioterapia, osteopatia, optometria, psicoterapia individuale e familiare, turoraggio apprendimento.

Ed ecco, dunque, il vademecum per ottimizzare il tempo a disposizione tra le mura di casa in compagnia dei nostri figlioli.

NON STRAVOLGERE I RITMI  E’ importante non alterare i loro ritmi biologici, quindi è necessario organizzare la loro giornata in modo che abbiano orari stabiliti di sveglia, pranzo, cena e sonno.

FARE UN PLANNING – Per organizzare al meglio il tempo e  la routine familiare, possiamo costruire insieme ai nostri ragazzi un planning settimanale, dove giorno per giorno scrivere le attività della giornata, distinguendo tra lo spazio dedicato ai compiti, al gioco libero, al pranzo, ala cena, alle attività da fare insieme in famiglia. Questo strumento ha una duplice utilità: da un lato rende autonomi e più consapevoli dello scorrere del tempo i piccoli di casa e dall’altro aiuta i genitori nell’organizzazione giornaliera.

DEDICARE DEL TEMPO AI GIOCHI IN FAMIGLIA – Può essere bello dedicare del tempo per riscoprire il gioco in famiglia, ad esempio con i giochi da tavolo, creando dei momenti di condivisione e spensieratezza tra genitori-figli e alleggerendo il clima di ansia e preoccupazione.

PIANIFICARE LO STUDIO A CASA – Le scuole e gli insegnanti stanno facendo del loro meglio per garantire agli studenti una continuità didattica, organizzandosi con  lezioni on-line e compiti a distanza.

RISCOPRIRE IL PIACERE DI STARE IN CASA – La quarantena forzata nasconde tante nuove opportunità, come, ad esempio, riscoprire il piacere di un tempo più dilatato, da trascorrere leggendo un buon libro o, per i più piccoli,  ascoltando delle fiabe, anche attraverso l’utilizzo di audiolibri o ancora guardando un film.

REGOLAMENTARE L’UTILIZZO DEGLI STRUMENTI ELETTRONICI – per evitare che siano l’unica attività giornaliera dei nostri ragazzi. Senza naturalmente demonizzarli, possono essere inseriti nella routine quotidiana ma in maniera programmata e non lasciata al caso.

DEDICARSI A BREVI E SOLITARIE PASSEGGIATE – Nonostante il periodo di preoccupazione che stiamo vivendo, è possibile svolgere alcune attività all’aperto, soprattutto per chi ha la fortuna di avere un giardino. Tutto questo naturalmente seguendo scrupolosamente le indicazioni date dal governo in merito alla diffusione del Coronavirus.

RISCOPRIRE LA MANUALITA’ – Cucinare, dipingere e disegnare, modellare il pongo e la creta, stimolano fantasia e creatività. Queste attività sono importanti per sviluppare e potenziare diverse abilità nei bambini e nei ragazzi, come le abilità motorie fini, l’attenzione e le funzioni esecutive. Sono inoltre espressione delle emozioni che vivono i piccoli di casa e possono essere pertanto un valido sfogo alle ansie e alle paure di questo periodo.

REALIZZARE IL CARTELLONE DELLE REGOLE – Per quanto riguarda le regole di casa, per esempio per regolamentare l’utilizzo dei dispositivi elettronici, può essere efficace l’utilizzo di cartelloni, dove scrivere, con tanti colori, le due o tre regole che riteniamo importanti, e appenderle nei luoghi di casa che preferiamo. Tutto questo può essere fatto coinvolgendo i più piccoli e utilizzarlo come un momento di gioco e condivisione. In un clima di gioco, anche le regole saranno accettate e messe in pratica con più motivazione e serenità.

Da ogni difficoltà possono nascere nuove opportunità e questa situazione può insegnarci ad essere resilienti. La resilienza è una grande capacità di cui solo l’uomo è dotato, un’arma di salvezza in momenti storici e sociali particolarmente critici. Non lasciamoci travolgere dagli eventi ma affidiamoci con responsabilità alle direttive del Governo e #restiamoacasa!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here