Aids, scoperto un nuovo vaccino che previene il contagio HIV su un soggetto su tre

0
977

Sperimentalmente avrebbe dato risultati nel 31% dei soggetti trattati. Ma entro la fine del 2016 quel vaccino contro il virus dell’Hiv sarà testato in Sudafrica: si tratta di un prodotto che ha superato i test necessari per dimostrare che potrebbe aiutare a combattere l’epidemia in Africa.

HVTN 100 SARA’ TESTATO SU 5400 PAZIENTI SANI

La notizia è stata annunciata a Durban durante QUESTA CONFERENZA globale contro l’Aids in corso dal 18 al 22 luglio 2016. Nel 2015 sono stati segnalati 2,1 milioni di nuovi contagi, due terzi dei quali nella zona dell’Africa sub-sahariana (ecco perchè i MIGRANTI SONO FONTE principale di infezioni specifiche), epicentro dell’epidemia globale. “Siamo ancora in una fase precauzionale per vedere se il vaccino possa essere considerato promettente”, ha detto Linda Gail-Bekker, vice direttore del Centro di Hiv “Desmond Tutu” a Città del Capo, Sud Africa, e presidente eletto della International Aids Society, l’organizzazione che sta conducendo le sperimentazioni del vaccino. AIDS1

Il preparato, denominato HVTN 100, deriva da un processo messo a punto in Thailandia nel 2009, il primo a mostrare una certa protezione contro l’HIV, con un effetto positivo del 31% contro il virus. Un dato ritenuto sufficiente per mettere in azione esperti sul campo. “Tutti i criteri sono stati soddisfatti in modo inequivocabile e, in molti casi, i risultati dell’HVTN 100  hanno superato entrambi i nostri criteri e le risposte immunitarie già visti nel RV 144“, ha concluso Bekker. Il vaccino Rv 144 è stato provato in Thailandia dal 2003 al 2006 su 16.402 adulti tra i 18 e i 30 anni d’età e verso placebo avrebbe dato risultati sul 31,2% dei soggetti trattati, ridotti poi dalla comunità scientifica a 26,4%.

Larry Corey, HVTN Principal Investigator, sostiene: “E’ gratificante osservare che i vaccini  progettati e realizzati specificamente per il Sud Africa si uniscono e addirittura superano i criteri stabiliti in vista di un grande studio sulla loro efficacia. L’HVTN 702 è uno studio fondamentale che potrebbe portare ad un vaccino contro l’HIV in licenza in Sud Africa – il primo vaccino di prevenzione contro l’HIV in tutto il mondo “. L’HVTN 702, uno studio controllato con placebo, inizierà prima delle fine del 2016 con l’arruolamento di 5.400 uomini e donne HIV-negativi in 15 centri di ricerca in tutto il Sud Africa. I partecipanti riceveranno cinque iniezioni nel corso di un anno e saranno seguiti per più di due anni per stabilire se il vaccino provoca un effetto protettivo così come previsto. Il processo cercherà anche di confermare i risultati precedenti dell’HVTN 100 secondo i quali è più sicuro del RV144.

ANCHE IN ITALIA E’ ORA POSSIBILE EFFETTUARE IL TEST HIV DA CASA. Questo kit Test autodiagnostico BioSURE per l’HIV, con marchio CE permette l’analisi a domicilio sul prelievo di sangue mentre questo ToxSure Oral liquido (Drug Test di Saliva 5) avviene con la saliva. Dall’Inghilterra questo  Test per HIV tipo 1 e 2 per Maschi e Femmine, (Risultati in solo 10 minuti) promette risultati in 10 minuti. Chi preferisce l’affidabilità dei laboratori francesi potrà impiegare OMEGA PHARMA – Autotest Santé Autotest VIH 1 test.

MOLTIPLICARE GLI ANTICORPI NEUTRALIZZANTI

Una delle maggiori difficoltà nel campo dello sviluppo vaccino contro l’HIV è la straordinaria capacità dell’HIV di mutare e di eludere gli anticorpi che potrebbero bloccarlo. L’identificazione in una piccola minoranza di persone sieropositive di una grossa dose di anticorpi neutralizzanti (bNAbs), in grado di neutralizzare una vasta gamma di varianti di HIV, ha portato ad un fiorire di ricerche correlate al vaccino focalizzato su come fabbricare bNAbs in laboratorio e di come attuare una crescita di bNAbs per prevenire l’infezione nei soggetti HIV-negativi.

Un evento di riferimento in questo campo di ricerca è stato l’inizio delle prime sperimentazioni umane su larga scala per valutare se un bNAb chiamato VRC01, somministrato per infusione, è efficace nel prevenire il contagio di HIV. Il primo dei due studi, HVTN 704 / HPTN 085, iniziato nel marzo 2016 negli Stati Uniti. Sarà ha arruolato 2.700 uomini omosessuali e persone transessuali che hanno rapporti sessuali con gli uomini in Stati Uniti, Sud America ed Europa. Il secondo studio, HVTN 703 / HPTN 081, ha avuto inizio nel mese di giugno 2016, in Sud Africa e arruolerà 1.500 donne eterosessuali in sette paesi dell’Africa sub-sahariana. Questi studi controllati con placebo sono quasi identici nella loro organizzazione. Oltre a stabilire l’efficacia di bNAbs nel prevenire l’infezione da HIV, quelle ricerche valuteranno la sicurezza e la tollerabilità dell’infusione VRC01, ed esploreranno quale concentrazione di bNAb è richiesta per una prevenzione efficace.

Gli scienziati stanno anche esplorando la progettazione e lo sviluppo di antigeni o immunogeni che potrebbero stimolare il sistema immunitario degli individui HIV-negativi per la produzione di bNAbs. I ricercatori ritengono che un complesso che comprenda un immunogeno ‘mosaico’, composto cioè da frammenti di diverse varianti del virus HIV, potrebbe essere idoneo all’uso a livello globale, a prescindere dalle varianti predominanti nelle diverse regioni. Altri approcci vaccinali innovativi in ​​fase di sviluppo includono la possibilità di migliorare i vettori, quei «veicoli» virali sicuri che sono in grado di fornire geni dell’HIV che attiverà la protezione contro l’HIV, o che possono anche essere in grado di fornire direttamente i geni bNAb.

Sul fronte dei farmaci antivirali ottimi risultati si stanno conseguendo IN QUESTA RICERCA condotta in Italia dal Cnr.  In Francia le autorità sanitarie hanno autorizzato, nei rapporti a rischio, il ricorso a QUESTO FARMACO non solo come antiretrovirale ma anche come preventivo.

IL PRESERVATIVO COME MIGLIOR BARRIERA

L’uso del profilattico nei rapporti sessuali rappresenta tuttora la miglio prevenzione contro il rischio di contagio dell’Hiv. Anche perchè preserva dalle altre infezioni sessualmente trasmesse COME SPIEGA QUESTO ARTICOLO. Il mercato offre una vasta scelta per sensibilità, forma e anche gusto orale di profilattici. Questa confezione 72 PROFILATTICI PRESERVATIVI DUREX PLEASURE MAX STIMOLANTI PLEASUREMAX … si caratterizza per la capacità di stimolare la patner. Questo tipo classico Durex Elite Preservativi x 72 è interessante per il rapporto qualità/prezzo. L’economicità è il punto forte invece di questo pacchetto PASANTE PROFILATTICI EXTRA SENSITIVE 144 PEZZI. Per le patner più esigenti si suggerisce il TouchÚ – Profilattici stimolanti per lei o il toy riutilizzabile Double pleasure – Profilattici con sextoy.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here