Sigarette elettroniche pericolose, allarme dalla California

0
761

E.CIGARETSLe sigarette elettroniche sono una minaccia per la salute e vanno regolate come il normale tabacco. Lo afferma il Dipartimento della Salute della California, andando a rafforzare il coro di no di altri stati americani. Le autorità mettono in guardia sulla possibilità che le nuove generazioni saranno dipendenti dalla nicotina se le sigarette elettroniche non saranno regolamentate.

In un rapporto di 21 pagine, il Dipartimento di Stato della sanità pubblica ha evidenziato i potenziali pericoli del “vaping” e iniziato una campagna di salute pubblica in tutto lo stato per correggere “disinformazione” sulle e-sigarette riguardo all’affermazione che siano una più salutare alternativa al tabacco. I sostenitori delle e-sigarette ritengono che possono aiutare le persone a smettere di fumare, ma i funzionari della sanità californiana dicono che questa affermazione manca di prove e e temono, anzi, che i dispositivi, noti anche come “penne Vape” e “e-narghilè,” potrebbero fungere da porta d’accesso verso il vizio di fumare.

LE ACCUSE: AVVICINANO AL FUMO E CONTENGONO SOSTANZE CANCEROGENE

Nel corso degli ultimi 25 anni, il tasso di fumatori della California è sceso ad appena 11,7 per cento, il secondo più basso di tutti gli stati americani dietro l’Utah. Nel frattempo, l’uso delle sigarette elettroniche nello stato è salito alle stelle, soprattutto tra i giovani, come sottolinea il rapporto. Il vaping tra le persone da 18 a 29 anni è salito dal 2,3 per cento del 2012 al 7,6 per cento del 2013, praticamente triplicato. “Le e-sigarette rappresentano una nuova sfida per la salute pubblica e rischiano di annullare e invertire i progressi che abbiamo fatto nella disassuefazione al fumo“dichiara il dottor Ron Chapman, ufficiale sanitario di Stato e Direttore del Dipartimento di Salute Pubblica,

I dispositivi a batteria con il riscaldamento della nicotina liquida, la trasformano in un aerosol che può essere inalato. I dispositivi possono utilizzare anche altri fluidi, sapori tipici che di solito contengono anche nicotina. I centri antiveleno californiani stanno registrando un aumento nelle chiamate relative alle esposizioni a “e-aromi”, ovvero ai liquidi all’interno delle e-sigarette, che in molti casi coinvolgono giovani che potrebbero essere attratti dai sapori. Tra i bambini di età inferiore ai cinque anni, episodi di avvelenamenti dal liquido di e-sigaretta sono aumentati da sette del 2012 a 154 nel 2014, secondo il rapporto. Ma Chapman sostiene che una quantità crescente di ricerche indica che le e-sigarette, che sono in gran parte non regolamentate e variano per contenuto, presentano anche altri rischi non secondari. Stando ad uno studio, le sigarette elettroniche emettono almeno 10 sostanze chimiche che si trovano sul “California Proposition 65”, l’elenco delle sostanze chimiche che causano il cancro, malformazioni congenite o altri danni riproduttivi.

Altri tre Stati hanno già approvato leggi che trattano le e-sigarette come un prodotto del tabacco, e più di 120 città degli Stati Uniti e contee, tra cui San Francisco, hanno approvato leggi simili. La California vieta la vendita di e-sigarette ai minori, ma un’ulteriore normativa per regolamentare i dispositivi è stato bloccata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here