Tumore al SENO Metastatico cos’è e come si Sconfigge

Non molto tempo fa, l’obiettivo principale della terapia del tumore al seno metastatico (neoplasia con metastasi diffuse oltre il seno) era di mantenere una donna a suo agio. Negli ultimi anni molto è cambiato. Ora la terapia aiuta molte donne a vivere più a lungo, meglio e senza malattie o ricadute.

Bisognerebbe vederla come una malattia cronica, perché può essere gestita per anni. Come per le persone con diabete, che assumono insulina. È ancora difficile da curare ma si può controllare. Ecco come gestire la diagnosi e vivere bene con questa patologia.

Cancro al seno, per evitare le recidive fare sport, ridurre il peso ed eliminare fumo con alcol

Cos’è

Il tumore al seno metastatico è un carcinoma mammario allo stadio 4. Significa che il cancro è diffuso oltre il seno, ad altre parti del corpo. Di solito arriva ai polmoni, al fegato, alle ossa o al cervello.

Come si diffonde

La diffusione di solito segue uno o più di questi passaggi:

  • Le cellule tumorali attaccano le cellule sane vicine. Quando colpiscono la cellula sana anch’essa può replicare più cellule tumorali.
  • Le cellule tumorali entrano nel sistema circolatorio o linfatico. Le cellule tumorali attraversano le pareti dei vasi linfatici o dei vasi sanguigni vicini.
  • Passaggio attraverso la circolazione. Le cellule tumorali vanno verso altre parti del corpo tramite il sistema linfatico e il flusso sanguigno.
  • Le cellule tumorali si depositano nei capillari. Le cellule tumorali smettono di muoversi e si depositano nei capillari, Lì si moltiplicano e colpiscono il tessuto intorno.
  • Crescono nuovi piccoli tumori. Le cellule tumorali formano piccoli tumori nella nuova area (chiamate micrometastasi).

Sintomi

I sintomi possono variare in base a quanto si è diffuso il tumore al seno e al luogo delle metastasi.
Ecco alcuni sintomi associati alle più comini metastasi del cancro al seno.

La metastasi nell’osso può causare:

  • Dolori ossei
  • Gonfiore
  • Inspiegabili fratture

La metastasi al cervello può causare:

  • Mal di testa persistente e che peggiora
  • Pressione alla testa
  • Problemi alla vista
  • Convulsioni
  • Vomito o nausea
  • Cambiamenti del comportamento o della personalità

La metastasi al fegato può causare:

  • Ittero (pelle gialla)
  • Prurito pelle o eruzioni cutanee
  • Transaminasi alte (esami del sangue per la funzionalità del fegato)
  • Dolore addominale
  • Perdita di appetito
  • Nausea e vomito

La metastasi ai polmoni può causare:

  • Tosse cronica
  • Respiro affannoso
  • Dolore al petto

Altri sintomi come affaticamento, perdita di peso e poco appetito (possono essere causati da farmaci e non dal tumore). Se noti uno o più sintomi, parla subito con il tuo medico. Servirà a capire la cura di cui hai bisogno.

Fai un piano di terapia per il tumore al seno metastatico

La paura di un tumore al seno metastatico può farti sentire debole, come se avessi perso il controllo della tua vita. Fare un piano di trattamento ti aiuterà a sentirti più sicuro. Per crearne uno:

  • informati su dove si è diffuso il tuo tumore, su quale tipo di tumore hai e se è positivo ai recettori ormonali. La cura dipenderà molto da queste cose.
  • Chiedi informazioni sulle terapie possibili, i pro e i contro.
  • Pensa all’obiettivo principale delle cure. Vuoi liberarti del cancro o alleviare i sintomi? Scegli obiettivi realistici insieme al medico.
  • Anche se sei soddisfatto dei tuoi medici, puoi cercare altri pareri sulle terapie per una conferma. Informati pure delle terapie sperimentali di qualche istituto serio e autorevole.

Trattamenti per il cancro al seno metastatico

Ci sono varie terapie per il tumore al seno metastatico. Le più comuni sono:

Terapia ormonale (terapie anti-estrogeno)

Se il tuo tumore al seno è recettore ormonale positivo, l’ormone estrogeno nel tuo corpo nutre le cellule tumorali. In questo caso, spesso il cancro risponde a un farmaco anti-estrogeno come anastrozolo (Arimidex), exemestano (Aromasin), fulvestrant (Faslodex), letrozolo (Femara), tamoxifene (Soltamox, Nolvadex) o toremifene (Fareston). Questi farmaci impediscono alle cellule tumorali di ricevere gli estrogeni di cui hanno bisogno per crescere. Nuove terapie per il tumore al seno metastatico stanno provando farmaci più recenti combinati a questi.

Terapie mirate

Trastuzumab (Herceptin), pertuzumab (Perjeta) e lapatinib (Tykerb) sono valide terapie se il cancro al seno ha grosse quantità di proteina HER2. Questa proteina alimenta le cellule tumorali. Se usati da soli o durante la chemioterapia, questi farmaci possono ridurre il tumore, rallentare la sua crescita e, in alcuni casi, aiutarti a vivere più a lungo rispetto alla sola chemioterapia. Se il tuo tumore al seno non ha la proteina HER2, il medico può usare un altro tipo di terapia mirata: everolimus (Afinitor). Insieme all’exemestano, può fermare la crescita di alcuni tipi di carcinoma mammario avanzato. Palbociclib (Ibrance) è ancora un altro farmaco usato nei tumori HER2-negativi insieme al letrozolo.

Chemioterapia

Può controllare il cancro e migliorare la qualità della vita con il tumore metastatico. Se il tuo cancro è negativo ai recettori ormonali (quindi la terapia ormonale non funziona), potresti ricevere farmaci chemioterapici a basse dosi. Questi possono ridurre al minimo gli effetti collaterali e rendere i farmaci più efficaci per un periodo di tempo più lungo.

Altre terapie

Ci sono interventi chirurgici per rimuovere i tumori dal seno o le metastasi. Ciò può prevenire o alleviare i sintomi e prolungare la vita. La radioterapia può ridurre i tumori e alleviare il dolore. Altri farmaci possono alleviare i sintomi in cui il cancro si è diffuso.

Tassi di sopravvivenza del tumore al seno metastatico

Lo stadio del cancro al seno è uno dei più importanti fattori prognostici. Il tasso di sopravvivenza a 5 anni per le donne con carcinoma mammario in stadio IV è del 22% (National Cancer Institute). Tuttavia, queste cifre sono solo statistiche, significa che molta gente vive molto di più.
Inoltre, le cure migliorano sempre.
In ogni caso, prima si diagnostica il tumore al seno, migliore sarà la prognosi. Quindi, è importante fare controlli periodici per migliorare le probabilità di guarigione.

Sconfiggere la paura e l’incertezza
Anche con le migliori cure, vivere con il cancro al seno metastatico può essere duro, soprattutto all’inizio. Il tempo può aiutare. Come anche questi consigli:

  1. Non ossessionarti con le statistiche sulla sopravvivenza del tumore al seno metastatico.Le statistiche si applicano a grandi gruppi di persone. Inoltre, sono solo statistiche: non ti dicono nulla del tuo caso. Quei numeri non valgono per ogni singola persona. Sono dati sulla tua malattia non sempre utili.
  2. Trova supporto emotivo. Confida i tuoi sentimenti a un buon ascoltatore. Può essere un amico o un familiare, o uno psicologo o assistente sociale specializzato nel cancro. È utile soprattutto subito dopo la diagnosi. Puoi anche ottenere supporto pratico ed emotivo unendoti a un gruppo di auto-aiuto. Cerca un gruppo per donne con carcinoma mammario metastatico.
  3. Vivi nel presente. Evita la paura del futuro: cerca di fare le cose che ami ora.
  4. Stai in salute. Mangia bene e fai attività fisica: migliora il tuo umore e la tua energia.
  5. Sii ottimista

Ci sono varie nuove terapie per il tumore al seno metastatico. Migliorano sempre e potrebbe esserci presto un nuovo trattamento per te.
Fonti: primabenessere.it

Se ti è piaciuto Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedInShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.