Porchetta a rischio listeria e salame contaminato da salmonella: pericoli letali per i consumatori

Porchetta di Ariccia a rischio di Listeria Monocytogenes e salame nostrale contaminato da salmonella, quindi ritirati dal mercato. Il prodotto interessato dall’allerta sanitario è della notissima marca “Fa.Lu.Cioli S.r.l.” che esporta le sue confezioni persino negli Usa.

PORCHETTA A RISCHIO LISTERIA

L’avviso è stato pubblicato dalle catene di supermercati Carrefour, Simply e Auchan e riguarda diversi lotti di produzione della porchetta. Le confezioni interessate sono quelle di Porchetta di Ariccia IGP sotto vuoto da 150 grammi. Il primo lotto raggiunto dal ritiro dalla vendita è il numero 021017 con scadenza 31 dicembre 2017. Coinvolti anche i lotti successivi, quelli prodotti dal 191017 al 081117  con scadenze variabili tra il 17 gennaio 2018 ed il 6 febbraio 2018.

Nel richiamo pubblicato da Carrefour il motivo è espressamente indicato: “presunta presenza di Listeria Monocytogenes”. La presenza della Listeria può comportare un pericolo letale per i consumatori: in questo senso sono stati diversi (come puoi scoprire in questi articoli) negli ultimi tempi sequestri e ritiri dal commercio effettuati da parte delle autorità sanitarie Per questa ragione “i clienti che hanno acquistato il prodotto sono pregati di non consumarlo/ utilizzarlo e di riportarlo al punto vendita per il rimborso”. Per ogni altro chiarimento è a disposizione il centralino telefonico dell’Ufficio Qualità della “Fa.Lu. Cioli” che risponde al numero 06.9330125. E’ importante sottolineare che l’azienda esporta i suoi prodotti anche negli Usa dove ha una sede nello stato del New Jersey.

QUESTO E’ L’AVVISO pubblicato da Carrefour, QUESTO da Simply e QUESTO da Auchan.

IL SALAME CONTAMINATO DA SALMONELLA

Le confezioni di salame nostrale interessate dal ritiro dal mercato perchè contaminate da salmonella

Il produttore “La bottega Dio Adò” di Montignoso (Massa Carrara) ha disposto il ritiro dalla vendita di un lotto, il numero 170893,  di salame nostrale nelle confezioni da 800 grammi. La ragione del rituro dal commercio è di natura microbiologica “per la presenza di salmonella“. La salmonella determina salmonellosi, patologia gastrointestinale resistente agli antibiotici e pericolosa soprattutto per i soggetti con scarse difese immunitarie, defedate, anziani e bambini. Nella comunicazione da apporre in bella vista nei punti vendita e che QUI PROPONIAMO nella sua versione pubblicata sul sito del Ministero della Salute, non è specificata la data di scadenza del lotto interessato dalla contaminazione batterica.

Per la “presenza di salmonella rissen” è stato ritirato anche l’intero lotto di Salame della macelleria Zanin Valentino di Camino al Tagliamento, in provincia di Udine, prodotto il 29 agosto 2017. QUESTA E’ LA NOTA diramata dal Ministero della Salute d’intesa con il produttore.

Se ti è piaciuto Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedInShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.