Limoni e arance, sugli agrumi il veleno è servito

Attenti alla buccia degli agrumi, specialmente di limoni e arance, che si è soliti impiegare per aromatizzare il tè e altre bevande o si grattugia nei dolci, specie se destinati al consumo dei bambini: l’invasione di prodotti provenienti da Paesi dove è autorizzato il trattamento di quella frutta con pesticidi e conservanti, mette a serio pericolo la nostra salute.

CONTROLLATE L’ETICHETTA: IMAZALIL E ORTOFENILFENOLO

Spariscono dalle tavole limoni e arance italiane per essere soppiantati da quelli provenienti dal Sudamerica, dalla Spagna e da Paesi nordafricani. Secondo Coldiretti Sicilia (vedi nota AdnKronos) la politica della grande distribuzione e l’abbandono di quasi un terzo di limoneti e aranceti siciliani, stanno favorendo l’invasione di prodotti stranieri, trattati chimicamente per prolungarne la conservazione e difenderli dall’attacco di funghi e parassiti. Sostanze pericolosissime, bandite dalla normativa italiana ma che, per accordi comunitari, possono essere presenti sulla frutta d’importazione. E’ sufficiente che gli importatori scrivano sull’etichetta “Buccia non edibile” o “Buccia non destinabile ad uso alimentare” per mettersi in pace con la propria coscienza. arance-dettaglio

E’ il caso dell’E231 (Ortofenilfenolo), un conservante e antifungino (viene usato oltre che su arance e limoni anche su mele e pere, prugne, ananas, ciliegie): è vietato in Australia e per essere usato in Italia necessita dell’autorizzazione del Ministero della Salute non essendo stato registrato in Italia. Però è ammesso se i prodotti sono importati. E’ un supposto mutageno, quindi cancerogeno, e tossico per fegato e reni. (QUESTA E’ LA SCHEDA di sicurezza)

L’AMBIGUITA’ DELL’AGENZIA EUROPEA EFSA

Ancora più grave l’uso dell’imazalil. E’ un fungicida:  la statunitense agenzia EPA (Environmental Protection Agency)  FIN DAL FEBBRAIO 2005 ha segnalato che produce adenoma e/o carcinoma nel fegato di topo e carcinoma delle cellule follicolari della tiroide nel topo (QUI IL RAPPORTO). Per questo  ha stabilito un livello di tossicità equivalente di 6.1 x 10-2 mg/kg/day, quindi più pericoloso nei bambini (tra 1 e 6 anni) per i quali ne bastano 1 mg scarso per avere effetti tossici. IN QUESTO STUDIO, poi, sono stati i ricercatori dell’Università del Costa Rica hanno dimostrato la cancerogenicità dell’Imazalil usato nelle piantagioni di banane.

Anche QUESTA RICERCA del Department of Molecular Biology and Genetics, Faculty of Sciences, Erzurum Technical University, in Turchia, teso a individuare un antidoto, ha evidenziato un’azione citogenetica dell’Imazalil sui microsomi e sui nucleotidi delle cellule umanelimoni-dettaglio

Nella SCHEDA DEL MINISTERO DELL’AMBIENTE, riservata agli operatori che maneggiano l’imazalil (o enilconazolo formula chimica 1-[2-(allyloxy)-2-(2,4-dichlorophenyl)ethyl]-1H-imidazole),  si raccomanda di “Non mangiare, né bere, né fumare durante l’uso”, di “Non disperdere nell’ambiente (se questo non è l’uso previsto)” perché il composto è “nocivo se ingerito o inalato”,  “Provoca gravi lesioni oculari”, ed è “Molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata”. Intossicazioni acute provocano negli animali mancato coordinamento muscolare, abbassamento della pressione arteriosa e vomito. Gli organi bersaglio sono il sistema nervoso e il fegato.

Ciò nonostante l’agenzia europea EFSA (European food safety authority) il 10 marzo 2010 ha adottato un atteggiamento ambiguo sentenziando (QUESTO E’ IL LINK) che “non ci sono elementi che indichino tossicità nei mammiferi” e che “mancano dati sull’effetto dei residui attivi nella frutta”.

GLI ALTRI ADDITIVI

Guardando sulle etichette che accompagnano la vendita di limoni e arance (ma anche di altra frutta, come abbiamo visto)  potrete trovare anche altri composti usati per trattarne la superficie. L’E 904 (Gommalacca), può causare allergie o reazioni di ipersensibilità. L’E 914 (Cera polietilenica ossidata), che non sembra provocare allergie o reazioni di ipersensibilità. L’E233 (Tiabendazolo), conservante sintetico fungicida, antiparassitario e antimuffa, consente la conservazione in tempi prolungati. Idrolizzato nel fegato, è eliminato dai reni. Alle concentrazioni ammesse giornalmente, sembra non presentare effetti collaterali tossici per la salute dell’uomo.

Il suggerimento conclusivo è di non utilizzare le classiche fettine di  limone e di arancia per aromatizzare il tè, i cocktail e altre bevande e di evitare accuratamente di grattugiarne la scorza negli impasti dei dolci in alcune ricette in cucina, specie se i preparati sono destinati al consumo dei bambini. E’ importante anche lavare bene le mani (con acqua e sapone è sufficiente) e non metterle in bocca dopo aver maneggiato gli agrumi trattati.

35,90€
54,90
22 new from 35,09€
2 used from 21,56€
as of novembre 22, 2017 8:18 pm
amazon.it
Free shipping
49,90€
2 new from 49,90€
as of novembre 22, 2017 8:18 pm
amazon.it
Free shipping
54,99€
61,99
24 new from 52,00€
as of novembre 22, 2017 8:18 pm
amazon.it
Free shipping

PER CONSUMARNE AL MEGLIO IL SUCCO

Com’è noto le proprietà del succo degli agrumi sono innumerevoli, per l’alta quota di vitamina C e per la presenza di svariati nutrienti. QUESTO STUDIO statunitense dimostra che le limonate abbassano il rischio di calcoli renali e della gotta. Sono diversi gli utensili che possono aiutare a preparare le migliori (e più sicure) spremute dagli agrumi (ma anche dal melograno ricco di antiossidanti). Questo classico GT SPREMIAGRUMI MANUALE SPREMI AGRUMI ARANCE LIMONI ACCIAIO INOX 523621 separa efficacemente la buccia dal succo ed ha un buon rapporto qualità/prezzo. Più solido e stabile (contate le recensioni positive) questo Spremiagrumi e melograno manuale professionale. Più economico e moderno questo Twinzee Spremi Limone Lime Manuale – Spremi Agrumi – Design Unico 2 Ciotole In 1 Spremi Limone – Realizzato in Alluminio svolge la stessa funzione. Per evitare anche il solo contatto con le mani nell’operazione di spremitura e faticare il meno possibile per ottenere il miglior risultato nel minor tempo, ecco G3 Ferrari G20013 Spremiagrumi 85W Inox nero/silver o il più raffinato e solido H.Koenig AGR80 Spremiagrumi Elettrico con Braccio in Acciaio Inossidabile, Antigoccia, 160 W . Il succo si può ottenere in maniera sicura anche con il simpatico spruzzino takestop® 2 CITRUS SPRY SPRUZZINI SPREMI PREMI AGRUMI LIMONI LIMONE ARANCE SPREMILIMONI TAVOLA ma resta il problema del contatto della buccia con le mani per irrorare i condimenti.

Se ti è piaciuto Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedInShare on Tumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.