Giornata Mondiale Aids, nuovi servizi e una campagna: diagnosi tardiva per 3 sieropositivi su 4 (VIDEO)

Contro l’Aids più servizi e una nuova campagna di sensibilizzazione con i volti di Dario Vergassola e Giulia Michelini. Sono le misure intraprese dal Ministero della Salute per rilanciare la lotta all’Aids e l’affermazione degli stili di vita per prevenire il contagio da HIV.

Il 1° dicembre si celebra la Giornata mondiale dell’Aids e per l’occasione il Ministero della Salute, con la collaborazione dell’Istituto Superiore per la sanità, ha avviato una nuova campagna per la prevenzione dai rischi dell’infezione da HIV. Il claim dell’operazione di comunicazione è “Con l’Hiv non si scherza, bisogna proteggere se stessi e gli altri e avere rispetto anche del partner“.

Che il pericolo non sia “passato” lo attestano i numeri. Nel 2016 sono state segnalate al sistema di sorveglianza 3.451 nuove diagnosi di infezione da HIV, pari a 5,7 nuovi casi per 100.000 residenti, di cui il 76,9% sono maschi. Nel 2016 sono stati diagnosticati 778 nuovi casi di AIDS pari a un’incidenza di 1,3 nuovi casi per 100.000 residenti. L’incidenza di AIDS è in lieve costante diminuzione negli ultimi quattro anni ma nell’ultimo decennio è aumentata la proporzione delle persone con nuova diagnosi di AIDS che ignorava la propria sieropositività e ha scoperto di essere HIV positiva nei pochi mesi precedenti la diagnosi di AIDS, passando dal 20,5% del 1996 al 76,3% del 2016. Praticamente 3 sieropositivi su 4 hanno diagnosi tardive che riducono i margini di successo delle terapie antiretrovirali.

C’è bisogno, dunque, di prendere ancora coscienza che l’Aids non è debellato e che l’infezione da HIV è un rischio reale collegato a comportamenti a rischio. Per fronteggiare questa patologia il Ministero della Salute ha disposto dal 1° dicembre il potenziamento di alcuni servizi. In particolare, il Telefono verde AIDS e infezioni sessualmente trasmesse (IST) 800.861.061 vedrà un definitivo prolungamento del servizio: l’orario del centralino e del servizio legale sarà dalle 10.00 alle 18.00. In collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia, poi, verrà attivato un indirizzo email dedicato alle persone non udenti al fine di consentire anche a questo target di ricevere informazioni scientificamente corrette e aggiornate sull’infezione da HIV e sulle altre IST. Infine sarà condotta un’indagine telefonica sui comportamenti sessuali anch’essa con garanzia di un completo anonimato sarà rivolta alla popolazione femminile.

A dare il volto alla campagna sono il cabarettista Dario Vergassola e l’attrice Giulia Michelini protagonisti dei due spot pubblicitari che pubblichiamo in questo articolo.

I SELF TEST A DOMICILIO

Nei casi di comportamenti a rischio, è importante effettuare periodicamente test per la ricerca della sieropositività all’HIV: con una diagnosi precoce ed un trattamento efficace, la maggior parte delle persone affette da HIV non svilupperà l’AIDS. Queste sono le LINEE GUIDA nel trattamento dell’Hiv/Aids del Ministero della Salute. La tecnologia ha reso possibile effettuare nella totale privacy e a domicilio questi esami. Il self test più diffuso nel mondo è il Test autodiagnostico BioSURE per l’HIV, con marchio CE che ha un margine di affidabilità quasi assoluto (pari al 99,7%). Il test più venduto in Francia e ai primi posti in Europa è OMEGA PHARMA – Autotest Santé Autotest VIH 1 test. Promette risultati delle analisi in 10 minuti il Test per HIV tipo 1 e 2 per Maschi e Femmine, (Risultati in solo 10 minuti): è prodotto in Inghilterra e sono oltre mille gli studi medici che ne fanno uso. I ricercatori della McGill University Health Centre (RI-MUHC) e della McGill University di Montreal in Canada hanno comunicato di aver inventato questo Oraquick Oral In Home Saliva Test For Hiv. (Completely Private) The 1St Test You Can Read Yourself. No Outside Facilities Involved. test salivare per l’individuazione dell’eventuale infezione da HIV, il virus responsabile dell’AIDS. Dopo aver analizzato  migliaia di pazienti sottoposti ad entrambi i metodi diagnostici, gli scienziati hanno notato che il test della saliva era efficace almeno tanto quanto quello del sangue: in particolare la diagnosi è corretta nel 99% dei casi nella popolazione ad alto rischio e nel 97% in quella a basso rischio. Notevoli i vantaggi per il suo uso: è più economico di quello del sangue, è più rapido (bastano 20 minuti), è indolore e non invasivo, è pratico soprattutto in quei Paesi ad alto rischio ma poco sviluppati. E’ bene ricordare che tutti i risultati positivi dovranno essere comunicati alle autorità sanitarie, che dovranno procedere a ulteriori verifiche.

PRESERVATIVO E TEST COME MIGLIOR DIFESA

Nei rapporti sessuali il profilattico rappresenta tuttora la miglior prevenzione contro il rischio di contagio dell’Hiv. Anche perchè preserva dalle altre infezioni sessualmente trasmesse COME SPIEGA QUESTO ARTICOLO. Il mercato offre una vasta scelta per sensibilità, forma e anche gusto orale di profilattici. Questa confezione 72 PROFILATTICI PRESERVATIVI DUREX PLEASURE MAX STIMOLANTI PLEASUREMAX … si caratterizza per la capacità di stimolare la patner. Questo tipo classico Durex Elite Preservativi x 72 è interessante per il rapporto qualità/prezzo. L’economicità è il punto forte invece di questo pacchetto PASANTE PROFILATTICI EXTRA SENSITIVE 144 PEZZI. Per le patner più esigenti si suggerisce il TouchÚ – Profilattici stimolanti per lei o il toy riutilizzabile Double pleasure – Profilattici con sextoy.

Se ti è piaciuto Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedInShare on Tumblr

Giulio Mancini

Giornalista professionista, già collaboratore de Il Tempo e redattore de Il Messaggero, autore di volumi e pubblicazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.