Curare la cataratta: un collirio eviterà l’intervento chirurgico

COLLIRIO.CATARATTAPresto la cataratta sarà curabile senza intervento chirurgico ma con un semplice collirio. Un team di studiosi cinesi presso l’università di San Diego in California ha sviluppato un nuovissimo trattamento che, sul piano sperimentale, ha già prodotto importanti risultati.

LA SOLUZIONE IN UN PRODOTTO USATO PER LA GOTTA

La cataratta, i cui sintomi comportano l’annebbiamento del cristallino (ovvero in quella lente che trasmette la luce nel nostro occhio) causando diminuzione della vista fino alla cecità, colpisce una persona su cinque dai 65 anni in poi, uno su tre dopo 75 anni e quasi due su tre dopo gli 85. Tradotto in numeri assoluti, significa che decine di milioni di persone in tutto il mondo ne sono affette. Ed è bene sapere pure che le cellule che formano il cristallino si moltiplicano durante la vita embrionale per raggiungere la sua trasparenza, ma praticamente smettono di svilupparsi dopo i 20 anni.

Finora l’unico trattamento possibile per contrastare la cataratta è stato quello di un intervento chirurgico per sostituire la lente con un impianto, ma i ricercatori dell’Università di San Diego, potrebbero aver trovato una alternativa molto meno invasiva e più tollerabile.
Come informa la comunicazione “Lanosterol reverses protein aggregation in cataracts” pubblicata a luglio 2015 sulla rivista online Nature, il team di esperti guidato dal professor Kang Zhang ha sviluppato un trattamento basato sul un collirio di lanosterolo, una sostanza naturalmente prodotta dall’occhio. La sostanza, già utilizzata nella gotta, permette di far regredire l’opacità del cristallino che è all’origine della cataratta. Il liquido sviluppato nel collirio dissolve le proteine ​​responsabili della opacità del cristallino ottenendo di ripristinare la sua trasparenza e limitare gli effetti della cataratta.
Nella pubblicazione lo studio dimostra i risultati spettacolari ottenuti dalla sostanza cristallina di conigli con cataratta. Poi, i test sui cani adulti dal vivo hanno mostrato un significativo calo della cataratta ed il recupero della chiarezza cristallina. Il trattamento dovrebbe presto essere testato sugli esseri umani per convalidare la sua efficacia.

In realtà il collirio che cura la cataratta è già in commercio negli USA ma, come spiega QUESTO ARTICOLO, è destinato all’uso su cani e gatti, anche se sono sempre più gli umani che lo assumono per le proprie esigenze.

A proposito di cataratta, arriva dalla Loyola University Chicago Stritch School of Medicine un decalogo sui comportamenti alimentari giusti per mantenere in salute occhi e vista mentre dai CDC, Centers for Disease Control and Prevention degli Stati Uniti, arriva l’avvertimento che le lampade solari possono comportare l’insorgenza non solo della cataratta ma anche di tumori al bulbo oculare.

Se ti è piaciuto Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedInShare on Tumblr

3 Responses

  1. Simone ha detto:

    Stupendo, miracoloso, poiché ho la cataratta ad un occhio, spero che questo collirio venga messo in commercio il prima possibile per poterne usufruire ed evitare cosi’ l’intervento.

  2. Simone ha detto:

    Chiaro , ben fatto e molto esauriente.

  3. lisetta ha detto:

    Magari arrivasse presto, ma in Italia arrivano srmpre tutto tardi..bravissimi Cinesi Americani aspetto anche.io ma ho 78 anni arrivera’Graxie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.